IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dietrofront, la famiglia Colla ci ripensa: “Al di là della categoria non lasceremo l’Albissola”

La presidentessa Claudia Fantino: "Gli attestati di stima e affetto dimostrati nelle ultime ore ci spingono a non mollare"

Albissola Marina. Conferme, smentite, indiscrezioni. Non più tardi di due giorni fa la proprietà dell’Albissola 2010 sanciva in conferenza stampa l’intenzione di abbandonare il progetto sportivo-imprenditoriale. Alla base della drastica scelta, l’impossibilità di trovare un impianto idoneo nel quale disputare gli incontri casalinghi per il campionato di Serie C.

Oggi arriva l’eclatante smentita, da parte della presidente Claudia Fantino:

“Nel caso in cui non dovessimo iscriverci al prossimo campionato di Serie C, ripartiremo da una categoria inferiore. L’intenzione è quella di riportare l’Albissola nei prossimi anni nei palcoscenici che le compete.” 

Alla luce di queste parole sembra quindi scongiurato il fallimento.

Nel frattempo, non sono mancate le risposte dalle parti chiamate in causa da Gianpiero Colla. Il presidente del Vado Franco Tarabotto fa sapere di essere stato vicino a un accordo per la concessione del Chittolina, ma di non aver poi più avuto risposte dalla controparte:

“Avevo incontrato Colla e la moglie. Eravamo ai dettagli per la gestione delle strutture e delle spese dell’impianto. L’Albissola si sarebbe allenata al Chittolina prima delle partite in casa e a Quiliano per quelle in trasferta. Era tutto pronto, ma poi non ho più sentito nessuno. Per me non è problema, anche perché ad ogni modo il campo sintetico l’ho fatto a mie spese. Mi sarei però aspettato quantomeno una telefonata.” – riporta La Stampa.

Segue l’amministrazione del comune di Savona, riguardo invece la coo-gestione del Bacigalupo:

” L’Amministrazione comunale di Savona si è adoperata, fin da luglio 2018, nell’organizzare un incontro tra le due società alla presenza tra l’altro del sindaco Nasuti e dell’assessore Gambetta. Nel mese di settembre si è iniziata a concretizzare l’ipotesi di offrire la possibilità all’Albissola di giocare al Bacigalupo. Accompagnati dal geometra dell’Ufficio sport è stato effettuato il sopralluogo con successiva proposta della società dell’Albissola che prevedeva, oltre ai loro obblighi per giocare nel calcio professionistico (ndr, telecamere, sala GOS e generatore di emergenza), una proposta di rizollatura parziale o totale per un valore, della sola rizollatura di circa 130 mila euro. Appurato che a gennaio non sarebbe stato possibile rizollare, l’Amministrazione comunale ha scritto alla società Albissola proponendo di investire i 130 mila euro insieme al Savona calcio per la posa del manto sintetico. Da allora non è più arrivato alcun riscontro da parte della società.”

Occorrerà dunque attendere ancora qualche giorno per fare definitiva chiarezza. Domani scadrà intanto il termine ultimo per l’iscrizione alla Serie C.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.