IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Con che criteri programmare una crociera

"Tutti a Bordo" è la rubrica di IVG dedicata al mondo delle crociere, ogni sabato a cura di Rosalba Scarrone

Più informazioni su

Vi ricordo innanzitutto che è girato il vento per il mercato crociera. Spesso mi domando come avvenga, ad ogni “giro di boa”, il miracoloso riempimento di navi così grandi come quelle di oggi. Immaginatevi 4000, 5000 o 6000 passeggeri imbarcarsi ogni settimana dell’anno. Le navi si fermano unicamente, durante programmate giornate o settimane di cantiere, avviene circa ogni due anni e gli operai lavorano giorno e notte per far si che i tempi siano più brevi possibili. Non sono i costi, da dover sostenere per i rifacimenti, a preoccupare, ma il mancato introito per le crociere perse. Immaginate poi il lavoro incessante dei managers di tutti i settori marketing, sotto quanta pressione si devono trovare, fallire non è contemplato, le navi vanno sempre riempite.

In che modo avviene tutto questo? Con campagne pubblicitarie a tappeto, ottimi partners coi quali lavorare, e la giusta formazione degli agenti di viaggio. A bordo delle navi salgono passeggeri di tutto il mondo e le loro prenotazioni arrivano da ogni dove. Internet ha ormai un ruolo fondamentale, è di grande aiuto, ma il tutto resta comunque molto complesso. Quando si cerca sui siti una crociera, in quello stesso momento lo stanno facendo da ogni parte del globo, ovviamente vi sono Compagnie con una clientela più territoriale, intendo per esempio prettamente inglese, o tedesca, o americana, o italiana, ma in nessun caso imbarcheranno esclusivamente passeggeri di bandiera. A bordo si troveranno comunque sempre crocieristi di molte altre nazionalità.

Questo preambolo per dire che non si devono mai fare i conti senza l’oste, ogni paese ha le sue festività, può capitare che in Svizzera, Francia o Germania sia festa nazionale ed ecco che in quelle date s’impennano le prenotazioni. È uso comune pensare che il Ferragosto sia una data carissima ed introvabile, lo potrà essere su navi con molti passeggeri italiani, ma se prenoterete crociere in America, Australia, o Giappone, sarà una normalissima data a calendario. Il 15 agosto è una ricorrenza tipicamente italiana, che però viene celebrata, in qualche modo, anche in altri paesi del mondo: in Canada, ad esempio, si celebra l’Acadian Day, festa legata all’Acadia, prima colonia francese dell’America settentrionale.

Pensare che si possa attendere un last minute in ogni momento dell’anno, è un errore perché va tenuto presente che le feste sono ovunque e nei due emisferi abbiamo clima e stagioni ben diverse. La festa nazionale Svizzera per esempio ricorre ogni 1º agosto, quella tedesca il 3 ottobre, per i francesi il 14 luglio, in America il 4 luglio, 26 gennaio per gli australiani e così via. Il crocierista convinto ed appassionato non si limita ad una sola crociera l’anno, ma a parte quella irrinunciabile, per le altre attende offerte dell’ultimo minuto, intanto a lui piace restare a bordo, che sia su una nave o un’altra poco importa.

Mi rivolgo invece a chi durante l’anno ha poche ferie e vorrebbe fare una crociera, non attendete, cercate l’offerta che fa per voi e prenotate, rischiereste di non partire per le mete desiderate o sulla nave che avete sognato. La parola d’ordine sarà poi “non voltarsi indietro” , non monitorate l’andamento dei prezzi una volta pagato, non fatene l’argomento preferito quando sarete a bordo, intanto troverete sempre qualcuno che ha pagato meno di voi!! Che sia vero o no!! Pare andar molto di moda “umiliare” il vicino di tavolo o di bus con “io l’ho pagata meno”. Tenetevi sempre pronti la giusta risposta “io sto viaggiando nella cabina che ho scelto, sulla mia nave dei sogni, nell’unico periodo dell’anno libero che avevo”.

Ho iniziato questo articolo con la frase “il vento è cambiato” ed è così, nuovi crocieristi stanno entrando a far parte della “nostra” famiglia, in Italia l’età media dei passeggeri si è abbassata parecchio, sta diventando una vacanza molto amata e si è presa coscienza che il suo rapporto qualità prezzo è altissimo. Le sistemazioni dedicate alle famiglie, anche numerose, stanno aumentando e fanno ormai parte della progettazione delle nuove navi, esistono cabine a moduli supplementari, che possono ospitare fino a 10 persone.

Ad oggi però, desidero darvi un consiglio, se siete 5 in famiglia, prenotate con largo anticipo, non ve ne pentirete!

Chi sono io? Forse alcuni di voi già lo sanno, altri spero mi scopriranno attraverso le pagine di questa rubrica. Sono Rosalba Scarrone, abito a Finale Ligure ma passo più giorni “a bordo” che a casa… e sono l’ideatrice e amministratrice di Liveboat.it, community pluripremiata dedicata al fantastico mondo delle Crociere. Appuntamento con “Tutti a bordo” ogni sabato: clicca qui per leggere gli altri articoli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.