Brucia rifiuti e materiale sintetico e cerca di "nasconderlo" dietro a una ruspa: artigiano edile denunciato - IVG.it
Doppia denuncia

Brucia rifiuti e materiale sintetico e cerca di “nasconderlo” dietro a una ruspa: artigiano edile denunciato

Prosegue la lotta alla “combustione illecita di rifiuti” da parte dei carabinieri forestali

Albenga. Prosegue la lotta alla “combustione illecita di rifiuti” da parte dei carabinieri forestali. Sono due le denunce elevate in un paio di giorni da parte dei militari della stazione di Albenga.

Il primo caso, avvenuto nell’ambito di un’azienda agricola in viale Che Guevara, ha riguardato lo smaltimento, mediante combustione, dei materiali legnosi derivanti dallo smontaggio di una fatiscente struttura.

Ben più grave il secondo episodio, verificatosi nella frazione di Lusignano. Lì, dopo il calare delle tenebre, un artigiano edile (iniziali A.G.) stava bruciando un’ingente quantità di pannelli e porte verniciate ed impregnate, nonché altro materiale sintetico, provocando il levarsi di una densa colonna di fumo nero.

Al sopraggiungere degli operatori l’uomo, coadiuvato da un collaboratore, si è rifiutato di aprire il cancello del deposito aziendale e ha frapposto una ruspa fra la strada ed il rogo nel tentativo di occultarne la vista.

I carabinieri sono stati quindi costretti a scavalcare la recinzione per effettuare l’accertamento. A causa dell’allarme suscitato sono dopo sono anche intervenuti i vigili del fuoco e la polizia municipale.

A questo punto è scattata la denuncia per combustione illecita di rifiuti, delitto punito con la reclusione sino a cinque anni.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.