IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Atletica leggera: Boissano pronta ad ospitare la 66ª edizione dei campionati nazionali Libertas

Attesa la partecipazione di circa ottocento atleti in rappresentanza di oltre cinquanta società

Loano. Sabato 29 e domenica 30 giugno l’impianto sportivo intercomunale di Boissano ospiterà la 66ª edizione dei campionati nazionali Libertas di atletica leggera.

La manifestazione è organizzata dall’Asd Atletica Arcobaleno Savona con il supporto dell’Asd Atletica Run Finale su mandato del Centro Sportivo Nazionale Libertas e con il patrocinio di Regione Liguria, Provincia di Savona, Camera di Commercio Riviere di Liguria, Fondazione De Mari e dei Comuni di Boissano, Finale Ligure, Loano, Pietra Ligure, Borghetto Santo Spirito, Toirano, Giustenice, Tovo San Giacomo.

L’evento è stato presentato questa mattina a Palazzo Doria a Loano: hanno partecipato all’incontro il sindaco di Boissano Rita Olivari, il sindaco di Borghetto Santo Spirito Giancarlo Canepa, l’assessore allo sport del Comune di Loano Remo Zaccaria ed i suoi omologhi dei Comuni di Pietra Ligure e Finale Ligure Daniele Rembado e Claudio Casanova, il presidente dell’Asd Atletica Arcobaleno Savona Santino Berrino, il presidente dell’Asd Atletica Run Finale Marco Fregonese ed il consigliere dell’Asd Arcobaleno e direttore dell’impianto di Boissano Stefano Corona.

Si prevede la partecipazione di circa ottocento atleti in rappresentanza di oltre cinquanta società provenienti da Piemonte, Calabria, Emilia Romagna, Toscana, Liguria, Veneto, Umbria, Friuli Venezia Giulia, Lazio e Lombardia. Le iscrizioni sono in fase di chiusura e perciò ci si attende ancora qualche significativa adesione.

La manifestazione rappresenta per gli organizzatori (l’Atletica Arcobaleno Savona, gestore dell’impianto, e l’Atletica Run Finale che affiancano il Comitato nazionale Libertas) e per gli enti pubblici (i Comuni sottoscrittori dell’accordo di gestione, e la Fondazione Agostino De Mari) una nuova grande opportunità di crescita e di valorizzazione della struttura e dell’intero comprensorio, nonché un trampolino di lancio in vista dei prossimi appuntamenti a carattere nazionale anche in ambito Fidal. Questo già a partire dal 2020, anno in cui si celebrerà il riconoscimento di European Community of Sport 2020 assegnato da Aces Europe alla Italian Riviera.

Giorgio Ferrando, referente dell’Atletica Arcobaleno, presente anch’egli questa mattina, ha spiegato come l’evento, in un primo tempo, era stato assegnato ad una società toscana, che ha poi dovuto rinunciare per cause di forza maggiore: “Quando si è trattato di rilevare questo testimone, abbiamo dovuto cercare di capire se riuscivamo ad inserirlo. Il contesto di Boissano è molto attivo, grazie ai volontari, capitanati da Stefano Corona. Ringrazio in particolar modo Marco Fregonese e Santino Berrino, che ormai da quattordici anni ricopre il ruolo di presidente dell’Atletica Arcobaleno Savona con tutto quello che questo ruolo comporta. Si tratta di una società in grossa crescita ed evoluzione e che si fa fatica a seguire, ad esempio nel solo mese di giugno abbiamo dovuto affrontare tre trasferte nel Centro-Sud”.

“Oggi è il caso di essere felici – prosegue Ferrando – perché un campionato nazionale non capita tutti i momenti di organizzarlo, è uno sforzo grosso, a partire dalla gestione dati, di cui si occupa il nostro direttore tecnico che sta lavorando a questo evento ormai da una settimana a tempo pieno. È stato un saltare dentro un qualcosa che era già grosso ed impegnativo, tanto è vero che il 2 luglio saremo ancora lì con il primo dei due appuntamenti di Boissano Atletica Estate, che peraltro quest’anno è abbinato al progetto Italian Riviera European Community e quindi come comprensorio siamo forse la prima realtà che sta investendo tanto, anche a livello di immagine, su questo. Inserire un campionato in più in un contesto di questo tipo non è stato semplice ed oggi possiamo dire che ci siamo quasi riusciti: l’evento sarà sabato e domenica, ma il grosso del lavoro di costruzione è stato svolto”.

“In gara ci saranno anche alcuni campioni, ma nello spirito Libertas c’è proprio la finalità della promozione. Lo spirito è quello di fare attività partendo da Esordienti, Ragazzi, Cadetti, quindi i numeri più grossi saranno dell’attività under 16. Magari sarà l’occasione per scoprire qualche nuovo talento. Le gare saranno belle, soprattutto al sabato pomeriggio prevedo momenti agonistici molto intensi. Questo è davvero un impianto comprensoriale: negli anni i Comuni, chi un po’ di più e chi un po’ di meno, ci hanno creduto tutti e questo è fondamentale. Di certo hanno avuto un ritorno: se guardiamo l’elenco dei tesserati troviamo ragazzi che abitano in quasi tutti i Comuni della zona. L’impianto – conclude Ferrando – sta svolgendo la funzione per cui è stato pensato dalla Comunità Montana”.

Roberto Pizzorno, delegato provinciale del Coni e referente regionale di Libertas, spiega: “Quando il comitato nazionale Libertas ci ha comunicato la propria intenzione di organizzare i campionati in Liguria, non ho avuto dubbi nel proporre la struttura di Boissano, per vincere la concorrenza di La Spezia, che era l’altra candidata. Oltre ad avere già ospitato numerose manifestazioni di alto livello, infatti, si tratta di uno dei migliori impianti del territorio, ottimamente gestito dalla Atletica Arcobaleno e da Run Finale con il prezioso contributo di decine di volontari ed il fondamentale supporto dei Comuni. I campionati saranno aperti a tutti e vedranno la partecipazione di atleti normodotati e non, perciò rappresentano perfettamente lo spirito inclusivo di cui sono portatrici tutte le discipline sportive. Inoltre, visto il gran numero di iscritti ed accompagnatori al seguito, rappresentano anche un’importante occasione turistica per tutto il comprensorio”.

Conclude Marco Fregonese: “Parlo anche a nome di Riccardo Artesi, presidente regionale, che non è potuto essere presente. Questo evento è molto importante soprattutto per i giovani, che saranno il carro trainante dell’atletica leggera e sul campo di Boissano di giovani ce ne stanno andando tanti. Questo è un onore per la provincia di Savona: siamo riconosciuti anche a livello nazionale, il Coni ci è molto vicino e indubbiamente il campo di Boissano è stato scelto anche per la serietà del nostro lavoro nello sport”.

Il campionato è riservato alle categorie Esordienti 8-10 (ex Esordienti B-A) m/f, Ragazzi/e, Cadetti/e, Allievi/e, Assoluti m/f, Master m/f, per una competizione dedicata a tutte le fasce di età e costruita sulle esigenze specifiche di tutti.

Molte le prove da seguire con attenzione in questo intenso fine-settimana di gare. In particolare lo sprint, con un duello inedito sui 100 piani targato Arcobaleno tra Luca Biancardi, che della distanza è uno specialista, e l’ostacolista Francesco Rebagliati. Ma anche le gare di marcia, tutte sui 5 chilometri, vedranno all’opera alcuni dei migliori specialisti nazionali, tra cui Arianna Pisano.

L’importante consolidamento della struttura e delle dotazioni è frutto del costante impegno sia del pubblico che dei volontari locali (raggruppati sotto la denominazione Boissano Team) ed a breve consentirà, tra l’altro, di vedere posizionata la nuova zona di caduta per il salto con l’asta ed i relativi ritti.

Impianto necessario per ulteriori “voli” della pietrese Margherita Accame, salita recentemente a 2,90, misura che la colloca ai vertici nazionali della categoria cadette (appunto nel salto con l’asta). A margine si segnalano gli ottimi risultati della giovane allieva Anabel Vitale, anch’essa di Pietra Ligure, che nell’ultimo weekend ha centrato ad Agropoli il quarto posto sia nei 100 ostacoli, gara in cui ha realizzato il nuovo record ligure di sempre, che nel salto in lungo.

Risultati agonistici che vanno ad intersecarsi con un grande lavoro sul sociale, con oltre 150 giovani presenti nelle giornate infrasettimanali presso la struttura, con significativi interventi realizzati in collaborazione con le scuole ed un preciso impegno anche nell’ambito della disabilità attraverso un ulteriore progetto sinergico (“Attiviamoci!”) che vede Loano quale Comune capofila.

Dal canto loro, Atletica Arcobaleno ed Atletica Run Finale, che contano oltre quattrocento tesserati, sono pronte a fornire e mettere a disposizione di enti pubblici e Fondazione De Mari idee, esperienza e persone: l’obiettivo è la costituzione, entro fine anno, di un “tavolo di lavoro” che identifichi necessità e priorità e che predisponga un piano di finanziamento traguardando un calendario di interventi per valorizzare ulteriormente la struttura di Boissano.

Clicca qui per consultare il programma ed il regolamento dell’evento.

Campionati Nazionali Libertas di atletica

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.