IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Area di crisi industriale, Ripamonti (Lega): “Dalla commissione del Senato via libera per l’impegno del governo su Savona”

Benveduti: "Il territorio è vivo, il 17 giugno incontro a Savona"

Savona. “Esprimo soddisfazione per l’ok con voto unanime da parte della commissione industria, commercio, turismo del Senato all’affare assegnato relativo all’area di crisi industriale di Savona, di mia iniziativa”. Lo dichiara Paolo Ripamonti, senatore della Lega, vice presidente commissione industria, commercio, turismo del Senato, a seguito dell’audizione nell’ambito dell’affare assegnato numero 161, inerente alle principali aree di crisi industriale complessa in Italia.

“Grazie alla Lega e alla maggioranza, si impegna il governo a valutare, tenuti presenti i fari relativi all’area di crisi e la vivacità economica del nostro territorio, l’implementazione della dotazione finanziaria del progetto di riconversione e riqualificazione di Savona, nonché di valutare un riordino delle procedure che riescano concretamente a velocizzare l’iter autorizzativi, al fine di non disperdere le opportunità di nuovi investimenti sul territorio”.

“Il governo si impegnerà a prevedere una rimodulazione delle disponibilità delle dotazioni finanziarie dei fondi che diano priorità alle aree che hanno riscontrato maggiore successo in termini di numero di domande presentate e valore complessivo di investimenti, così da conformare gli aiuti alle reali esigenze economiche nelle aree di crisi, nonché a prevedere una serie di modifiche procedurali al fine di: semplificare l’attuale formulazione della domanda per velocizzare i processi di riqualificazione e rilancio produttivo del territorio; ridurre i tempi di elaborazione e approvazione del progetto di riconversione e riqualificazione industriale; snellire il processo di coinvolgimento al fine di prevedere l’acquisizione del parere delle amministrazioni centrali competenti in riferimento ai fabbisogno di sviluppo espressi nell’istante regionale, per evitare il coinvolgimento di amministrazioni non interessate”.

“Prosegue il lavoro per rilanciare l’economia del nostro territorio, con nuove opportunità: sarà mio impegno mantenere alta l’attenzione sul governo, affinché possa dare attuazione concreta a quanto stabilito dalla commissione, in particolare per quanto concerne Savona, che si è distinta per il proprio interesse e per la vivacità economica”, conclude Ripamonti.

L’assessore regionale allo sviluppo economico Andrea Benveduti aggiunge: “Il grande interesse riscontrato nel tessuto economico per questa iniziativa ci aveva indotto da subito a chiederne un rifinanziamento. Siamo perciò estremamente soddisfatti dall’approvazione della risoluzione proposta dalla commissione in Senato e votata all’unanimità, dedicata all’area di crisi industriale complessa di Savona, che impegna il governo a implementare la dotazione finanziaria nei riguardi di un tessuto economico fragile ed esposto a diverse crisi industriali, nonché a prevedere una serie di modifiche procedurali al fine di semplificare l’attuale formulazione della domanda per velocizzare i processi di riqualificazione e rilancio produttivo del territorio”.

“A dimostrazione di quanto sia viva la comunità produttiva – continua Benveduti – a fronte di una disponibilità di 20 milioni di euro del bando Invitalia, sono state raccolte richieste ed evidenze d’interesse per 66 milioni di euro. Una differenza significativa, che sottolinea l’imminente necessità di riprogrammazione del plafond delle risorse, per consentire a più realtà di investire sul territorio”.

“Come Regione approveremo a fine giugno il bando regionale da 12,5 milioni di euro per le nuove attività produttive, dando celere risposta alle piccole e medie imprese, che per via della soglia da un milione e mezzo di euro non hanno potuto partecipare al bando nazionale. Come detto in sede di commissione dalle autorità, Regione Liguria ha contribuito in passato a dare soluzioni a tavoli di crisi. E lo stesso farà in futuro, nel rispetto di un territorio che merita un rilancio ad ampio respiro, che non coinvolga solamente i 21 comuni interessati dal regime di area di crisi industriale complessa. A questo proposito, con il senatore Ripamonti (che ringrazio per essersi diffusamente prodigato alla causa) è stato programmato per lunedì 17 giugno un incontro con Invitalia sul savonese, per fare il punto della situazione e individuare ulteriori prospettive e opportunità per le imprese” conclude l’assessore.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.