IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, la gioia di Tomatis: “Come vincere un derby all’ultimo minuto di recupero” fotogallery

Il neosindaco: "Una vittoria contro l'arroganza e la diffamazione". Distilo: "Il centrodestra si faccia un esame di coscienza"

Più informazioni su

Albenga. “E’ come vincere un derby all’ultimo minuto di recupero”. Così Riccardo Tomatis, neosindaco di Albenga, commenta a caldo la vittoria che conferma il centrosinistra alla guida della città delle Torri.

Una vittoria arrivata nonostante uno svantaggio al primo turno di 553 voti, pari a oltre il 4% dei votanti. “Sono soddisfatto perchè la città ha votato con il cervello e non con la pancia – ha detto pochi secondi dopo l’arrivo dei dati dell’ultima sezione, che lo consacravano ufficialmente sindaco – Sono stati cinque anni iniziati con grande difficoltà, soprattutto per la situazione economica, ma che hanno portato a un miglioramento importante della città. Un miglioramento che gli albenganesi hanno capito”.

“Il ringraziamento va alla squadra – ha proseguito – una squadra splendida che ha vinto contro l’arroganza, la diffamazione e tutti quegli aspetti che vorrei non comparissero più in politica. ora spero che gli avversari facciano opposizione in maniera diversa, perché oggi abbiamo avuto la dimostrazione che quel modo di fare politica non paga”.

Felice anche il sindaco uscente, Giorgio Cangiano: “Spero che questa sia un’amministrazione che ha voglia di lavorare per la città – ha detto subito dopo la vittoria – senza polemiche, in questi giorni se ne sono fatte troppe. Albenga va migliorata ma non cambiata: Tomatis è una persona seria e potrà iniziare già da domani a dare risposte ai cittadini. E’ un momento certamente non facile ma Albenga può fare un passo avanti”. Una vittoria a cui Cangiano ha contributo con oltre 800 preferenze: “Io vicesindaco? Non penso proprio, anzi a dire il vero non abbiamo mai parlato di posti o poltrone. Vedremo nei prossimi giorni”.

Un divario, quello tra Calleri e Tomatis, che è stato eroso e ribaltato anche grazie all’appoggio, risultato decisivo, da parte di Diego Distilo. Che tra un brindisi e un abbraccio si lascia andare a una critica: “Dico solo una cosa, il centrodestra si faccia un esame di coscienza”. Un esame doveroso, dato il dato della Lega alle europee e il vantaggio al primo turno di Calleri (che nei minuti “caldi” subito dopo l’esito ha telefonato a Tomatis per complimentarsi).

“Io credo di aver vinto due volte, lo dicono anche i risultati – ha aggiunto poi Distilo – La nostra gente ci ha seguito. Dall’amministrazione Tomatis mi aspetto che pensi al bene di Albenga, noi siamo disposti a lavorare. Da domani nasce una nuova epoca ad Albenga. Io assessore? Confermo quanto già detto, che non andrò in giunta: sarò in consiglio a sostenere la maggioranza e a lavorare per il bene di Albenga. Ho preferito scegliere il programma e non le poltrone”.

LA DIRETTA DI IVG

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.