IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Al via Piano “Basta buche di Anas”. M5S: “Grazie al Governo del cambiamento 10 milioni di euro alla Liguria”

"Le strade sono in condizioni disastrose, bisogna metterle in sicurezza"

Più informazioni su

Regione. “La manutenzione stradale è fra le priorità del Governo del cambiamento e in particolare del MoVimento 5 Stelle. Le strade della Liguria da decenni versano in condizioni disastrose e finalmente arrivano azioni concrete ed efficienti per una maggiore fruibilità oltre che per una loro doverosa messa in sicurezza”. Lo dichiara il gruppo del MoVimento 5 Stelle in Regione Liguria.

“Ora con il Piano ‘Basta Buche di Anas’ 76 nuovi bandi da 380 milioni per il risanamento della pavimentazione stradale – proseguono i consiglieri regionali pentastellati – Giunto alla sesta tranche il Piano ha consentito finora la nuova pavimentazione di circa 20 mila km di corsie stradali, per un valore superiore a 1,5 miliardi di euro, e con questa nuova tornata di bandi, sarà possibile risanare la pavimentazione e la segnaletica orizzontale con interventi su ulteriori 5 mila km sull’intero territorio nazionale, incluse anche le strade rientrate all’Anas dagli Enti locali nell’ultimo anno. Alla Liguria saranno destinati ben 10 milioni!”.

“L’iter per l’affidamento è attivato mediante la procedura di Accordo Quadro, di durata quadriennale, che garantisce la possibilità di eseguire i lavori con tempestività nel momento in cui si manifesta il bisogno, consentendo quindi risparmio di tempo e maggiore efficienza – concludono i 5 Stelle liguri – Gli appalti da 5 milioni ciascuno riguardano in particolare il risanamento della pavimentazione, compreso il rifacimento della segnaletica, e si aggiungono agli interventi già finanziati o in corso”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.