IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Loano il convegno su “La comunicazione social dei Comuni e della polizia locale” foto

Per fare il punto della situazione sul rapporto tra il mondo dei social network e quello di Comuni e polizia locale

Loano. E’ in pieno svolgimento a Loano il convegno su “La comunicazione social dei Comuni e della polizia locale” promosso dall’assessorato dalla polizia municipale del Comune di Loano per fare il punto della situazione sul rapporto tra il mondo dei social network e quello di Comuni e polizia locale, rapporto che nel XXI secolo si è fatto sempre più stretto e che tuttavia per mantenersi positivo ed utile deve seguire ben precisi binari.

Convegno Social Loano

Il sindaco di Loano, Luigi Pignocca, nota: “Tutti noi trascorriamo gran parte del nostro tempo su telefonini e tablet, ormai sempre più funzionali. Alla luce di questa rivoluzione tecnologica, le amministrazioni comunali devono cambiare modo di comunicare con la cittadinanza, in maniera da trasmettere i propri messaggi nel modo più rapido possibile. Anche per questo, come Comune abbiamo avviato e stiamo per portare a termine il rifacimento del sito istituzionale e quello dell’associazione delle polizie locali di Loano, Albenga e Finale Ligure. Questo è il modo giusto per veicolare le tante iniziative portate avanti dalla pubblica amministrazione”.

Samanta Arsani dell’area polizia locale della Regione Emilia-Romagna aggiunge: “Nel 2014 abbiamo lanciato una sperimentazione che ormai è per noi uno standard di servizio: si tratta dell’apertura di pagine e profili ufficiali delle polizie locali sui social network. Oggi siamo qui a raccontare la nostra esperienza. Per noi si tratta di una vera e propria modalità di erogazione del servizio, non solo di un modo di comunicare: se la polizia locale è la polizia della comunità, allora deve essere presente anche in questo nuovo spazio di socialità. Ciò porta benefici immediati per i cittadini, che riescono ad avere informazioni autentiche e immediate, per gli agenti, che riescono a raggiungere un numero sempre maggiore di persone e per l’identità stessa del corpo di polizia locale”.

Convegno Social Loano

Francesco Pira, docente di comunicazione e giornalismo all’Università degli Studi di Messina e coautore del libro “La polizia locale e la comunicazione sul web”, sottolinea l’importanza della “capacità di ascoltare i cittadini e rendersi protagonisti anche comunicazione in entrata e non solo di quella in uscita. E’ semplice far conoscere le buone pratiche attraverso i social network, ma è difficile gestire un canale social attraverso un dialogo sempre aperto con i cittadini. Spesso le pagine delle polizie locale sono aggredite da haters che vogliono a tutti i costi manifestare dissenso e diffamare la polizia locale anziché essere propositivi. Oggi bisogna scrivere una nuova fase della comunicazione social, non solo della pubblica amministrazione ma anche della polizia locale”.

La prima parte della giornata era dedicata a “Social media e Comuni: strumenti e opportunità per la nuova comunicazione pubblica”. A partire dalle 10 e fino alle 13 sono intervenuti: Danilo Moriero, responsabile della comunicazione e capo ufficio stampa di Anci, che ha parlato dell’esperienza di “Anci per la comunicazione delle polizie locali e dei Comuni”; Francesco Pira, docente di comunicazione e giornalismo all’Università degli Studi di Messina e coautore del libro “La polizia locale e la comunicazione sul web” ha relazionato sul tema “Ascoltare e comunicazione con i cittadini sui social network: la nuova sfida della pubblica amministrazione e polizia locale”; Marcello Zinola dell’Ordine dei Giornalisti della Liguria, ha parlato di “Cronaca e informazione: la velocità social non è uguale a qualità e attendibilità”; Fabio Malagnino, giornalista professionista e responsabile di Open Government per il consiglio regionale del Piemonte, ha relazionato su “Social, dati e decisioni per migliori politiche pubbliche”; Ernesto Belisario, avvocato dello studio legale E-Lex e segretario generale dell’Istituto delle Politiche per l’Innovazione, ha presentato “Le social media policy delle pubbliche amministrazioni”. Modera Francesco Parrella, comandante della polizia locale di Alassio.

Convegno Social Loano

La seconda parte del convegno prenderà il via alle 14 e riguarderà “Il buon uso dei social media per la polizia locale: il caso dell’Emilia Romagna”. I relatori: Luigi Altamura, comandante di Verona e rappresentante presso Anci al Tavolo di Coordinamento delle polizie locali, interverrà in videoconferenza sul tema “Social network e polizie locali: un rapporto difficile?”; Samanta Arsani e Alberto Sola dell’area polizia locale della Regione Emilia-Romagna, presenteranno “La polizia locale sbarca sui social network: strategie e operatività”; Alessandro Scarpellini, comandante della polizia locale dell’Unione di Rubicone a Mare (FC) racconterà “L’esperienza di quattro anni social network tra Facebook, Twitter ed Instagram”; Francesco Parrella, comandante della polizia locale di Alassio, esporrà “L’esperienza del corpo di polizia locale di Alassio con il canale Facebook”. Modera Gianluigi Soro, comandante della polizia locale di Loano.

Convegno Social Loano

L’evento sarà trasmesso in diretta sul canale YouTube del Comune di Loano. Il convegno, ad accesso gratuito, è rivolto a giornalisti, addetti stampa e comunicatori delle amministrazioni, blogger, operatori della polizia locale, amministratori pubblici, studenti e a tutte le persone interessate al tema della comunicazione pubblica al tempo del social media. La partecipazione prevede il riconoscimento dei crediti formativi secondo il regolamento della formazione dell’Ordine dei Giornalisti.

Qui il programma completo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.