IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Cairo illustrato lo studio epidemiologico: più tumori allo stomaco e leucemie rispetto al resto della regione foto

Il benzene la causa più scatenante di queste patologie, dovuto dal traffico veicolare e dalla cokeria

Cairo Montenotte. Regione, Provincia, Asl 2, Arpal, Ist e Comune di Cairo insieme per illustrare lo studio epidemiologico. Nel teatro Chebello, oggi, si è parlato innanzitutto di qualità dell’aria e di ambiente. La Regione ha attivato nel 2017 un percorso che prevede anche l’aggiornamento in materia di emissioni (il cui piano è fermo al 2006). Genova, La Spezia e Busalla sono le criticità regionali nel mirino di un piano di azione, ma i monitoraggi sono in continua evoluzione. Per quanto riguarda la Val Bormida, Mazzucca, Farina e Bragno sono le stazioni fisse dell’Arpal, e a breve ne verrà sistemata una quarta richiesta dal Comune.

I grafici dimostrano che il Biossido di zolfo è sempre al di sotto dei limiti di legge. Per il biossido di azoto il limite è stato superato solo un paio di volte, Nessun esubero nemmeno per il PM 10. Il benzoapirene ha invece quattro superamenti del valore obiettivo.

Dall’Ist di Genova è stata redatta l’ indagine descrittiva, cioè generatrice di ipotesi, sull’aumento di patologie all’apparato digestivo. Periodo per la mortalità individuato, una forbice di 25 anni, dal 1988 al 2012, e i ricoveri dal 2000 al 2013 per tumore allo stomaco, al colon-retto, all’apparato respiratorio, linfomi, leucemie, tutti tumori maligni.

“Abbiamo esteso la pletora dei casi, anche suddivisi per sesso, confrontati poi con quelli della Provincia e della regione – spiega il dottor Fontana dell’Ist- il rapporto standardizzato è dato dai casi di malattia osservati in Val Bormida rispetto a quelli della popolazione savonese e ligure. Tutti i dati sono stati aggiustati per età e i fattori socio-economici. I valori di SO2, simulati attraverso un modello diffusionale con 465 recettori, sulla base di una suddivisione della Val Bormida in tre livelli crescenti di concentrazione di biossido di azoto, mostrano come manchi la correlazione geografica degna di nota tra i comuni e le malattie”.

“La mortalità per tumore dello stomaco è in aumento, + 60 per cento in più rispetto alla Liguria – prosegue il medico – Più ricoveri per il tumore al colon-retto. Leucemie più basse, linfomi invece più alti del 20 per cento. Il benzene, oltre alle abitudini alimentari, è una delle cause (per inalazione) di queste patologie, (causa certa della leucemia mieloide acuta) e oltre al traffico veicolare e al fumo di sigaretta è emesso dalle cokerie”, o meglio, in questo caso, dalla cokeria di Bragno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.