IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vernazza e Campus Savona nelle aree Tirreno Power, Olivieri: “Ventata di ottimismo per il territorio”

Il presidente della Provincia: “Lavorando in sinergia, dai problemi possono nascere gradi opportunità”

Vado Ligure. Un polo di eccellenza tra formazione, sperimentazione e industria nelle aree Tirreno Power e grande soddisfazione in merito è stata espressa dal presidente della Provincia di Savona Pierangelo Olivieri.

“Vorrei evidenziare la concretezza di quello che si sta realizzando sul nostro territorio, – ha dichiarato Olivieri. – La sinergia, una parola forse ultimamente un po’ ‘abusata’, è davvero protagonista perché, se vera e concreta e con attori propositivi del territorio, come in questo caso, le cose si possono fare concretamente, bene e rapidamente: è questo che il sistema, la comunità, le parti sociali e gli stessi imprenditori ci chiedono. Si è trattato di una giornata importantissima per dare una ventata di ottimismo a tutto il territorio”.

“Questo bellissimo progetto parte da una situazione negativa (definita addirittura ‘tempesta perfetta’), ma come la storia ci insegna, dai problemi possono nascere gradi opportunità e questo è il caso. Tirreno Power rimane sul territorio, con una parte più contenuta, e Vernazza torna ad avere il suo centro qui, permettendo a Savona di travalicare i confini non solo della Regione, ma del Paese. Si tratta di aziende che vogliono rimanere qui, lo hanno ribadito, e che non hanno intenzione di ‘fuggire’ dal territorio”.

Un’occasione per il presidente della Provincia anche per affrontare un altro tema a lui “caro”, le infrastrutture, su cui, stando alle parole di Olivieri, l’ente provinciale ha già avviato diverse progetti e iniziative, che dovrebbero partire a breve.

“Stiamo stati spronati anche su un tema a me molto caso e su cui stiamo già lavorando come Provincia: le infrastrutture. Non è il momento delle ‘grandi opere’, ma bisogna realizzare ciò che serve e con tempi stretti. Pochi giorni fa, ad esempio, ho incontro il presidente di Cuneo e abbiamo parlato della direttrice per Torino, per Genova e per Milano, siamo un po’ indietro ma ci stiamo lavorando. Mi viene in mente, poi, la Carcare Predosa, un’opera assolutamente affrontabile. Ho già avuto occasione di parlarne con il viceministro Rixi e sono coinvolto che, passate queste scadenze elettorali, ci si possa mettere a lavorare concretamente”.

“Siamo pronti anche per l’area di crisi complessa, risorsa da concretizzare e sfruttare. E il 28 maggio saremo in Regione con gli assessori Benveduti e Berrino per la partenza dei bandi regionali su formazione e politiche sociali attive. Il Mise in tal senso è ancora ‘indietro’, ma noi andiamo avanti lo stesso e lo sproniamo a seguirci e a darci risposte concrete”, ha concluso Olivieri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.