IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Varazze, il retroscena di Melgrati: “La prelazione su Sat? Una vendetta di Bozzano, persona immorale e scandalosa”

"L'ho fatto chiamare da altri, sennò lo mandavo a fare in... - tuona il sindaco di Alassio - Scorrettezza gravissima che denota la sua bassezza"

Varazze. Un “fenomeno”, una persona “immorale e scorretta”, responsabile di “una scorrettezza istituzionale che denota la bassezza del personaggio”. Bersaglio di tutti questi “complimenti” è il sindaco uscente di Varazze, Alessandro Bozzano: e il mittente è niente di meno che un collega, il primo cittadino di Alassio Marco Melgrati.

Marco Melgrati Enrico Caprioglio

Tutto nasce dalla vicenda, raccontata da IVG.it, della lettera con cui Bozzano aveva annunciato a Sat l’intenzione di esercitare il diritto di prelazione per acquistare le quote dell’azienda che il Comune di Vado Ligure stava vendendo a quello di Alassio. Bozzano ha poi fatto marcia indietro, rinunciando a quel diritto: “Dopo un vertice con Melgrati e il sindaco di Vado Ligure Monica Giuliano – ha spiegato a IVG – ho avuto rassicurazioni sul piano industriale sull’assenza di ripercussioni per Varazze”. Un “balletto” che ha fatto infuriare le minoranze varazzine a causa dei tempi (a 9 giorni dal voto) e dei modi (per approfondire leggi l’articolo di IVG del 22 maggio, clicca qui).

I bene informati, però, parlavano anche di contrasti con lo stesso Melgrati e di un confronto “infuocato”, a dispetto dei toni concilianti con cui il Comune di Alassio annunciava l’esito dell’incontro (il comunicato stampa parlava di una riunione “su toni amichevoli e collaborativi”). Indiscrezioni che ieri sera è stato lo stesso Melgrati a confermare, e nel modo più inatteso e duro possibile: durante l’incontro al Kursaal Margherita che ha chiuso la campagna elettorale di Enrico Caprioglio, si è lanciato in una lunga requisitoria nel corso della quale ha letteralmente “massacrato” il sindaco di Varazze.

Ha esordito svelando il retroscena: tutto sarebbe successo, sostiene, a causa della sua partecipazione alla presentazione della lista di Caprioglio. “Il giorno dopo quel fenomeno del vostro sindaco, ancora per poco mi auguro, ha mandato in maniera illegittima e impropria una lettera dove diceva che lui e la giunta, peraltro senza un atto di giunta, volevano esercitare il diritto di prelazione sulla quota di azioni Sat che Alassio aveva chiesto al Comune di Vado. Un fatto gravissimo e indecoroso, perchè negli ultimi 30 giorni prima delle elezioni non si possono fare atti straordinari. E’ gravissimo che il sindaco Bozzano abbia mandato una lettera ‘motu proprio’, coinvolgendo anche la giunta ma senza un atto di giunta”.

“Allora ho fatto telefonare al sindaco, perchè se lo chiamavo io lo mandavo a fare in c… – ha tuonato Melgrati – per dirgli che se non ritirava questa cosa io sarei venuto qui a Varazze tutti i giorni, dal mattino alla sera, a fare casa per casa e negozio per negozio campagna elettorale per la lista di Caprioglio“.

“Perchè è accaduto questo? Perchè sono venuto alla presentazione della vostra lista – ha ribadito – e in subordine perchè sono anni che Gianantonio Cerruti gli ‘rompe’ sulla Sat. Cerruti in consiglio può dire quello che vuole, fa parte del suo ruolo di minoranza: ma una scorrettezza istituzionale di questo tipo è una cosa gravissima, che denota la bassezza del personaggio. Fino a ieri non potevo dirlo, ieri abbiamo comprato le quote e quindi ora lo posso dire perchè da oggi non può più farci niente. E da lunedì non potrà più far niente perchè il sindaco in questa città sarà Caprioglio.

“Sono venuto qui apposta per raccontarvi questa cosa, ci tenevo a farlo in modo che sappiate con chi avete a che fare: una persona immorale, scorretta e non attaccata alle istituzioni, perchè non si può fare una bassezza del genere solo perchè uno ha partecipato alla presentazione di una lista. E’ una persona veramente scandalosa. “Se avesse voluto fare qualcosa anche a Ilaria Caprioglio…” ha concluso Melgrati indicando il sindaco di Savona, che per stemperare la tensione ha aperto le braccia e replicato ridendo: “Ne ha già fatte…” riferendosi al mancato invito alla processione di Santa Caterina.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.