IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Toirano baciata dalla Dea Bendata: fortunato vince 100 mila euro con un “gratta e vinci” da 2 euro

Le possibilità di vincita della cifra massima sono una su 9 milioni e 600 mila

Più informazioni su

Toirano. Compra un “gratta e vinci” da 2 euro e ne vince 100 mila. E’ successo mercoledì scorso a Toirano. Ad essere baciata dalla Dea Bendata è stata la tabaccheria di via Braida gestita da Patrizia Vianello.

A regalare una pioggia di euro ad un ignoto (almeno per il momento) vincitore è stato il “Nuovo 10x”, lotteria istantanea il cui montepremi massimo è proprio di 100 mila euro. Le possibilità di vincita della cifra massima sono una su 9 milioni e 600 mila.

Per sbancare il jackpot è sufficiente trovare nello spazio de “I tuoi numeri” una o più volte le cifre riportate nell’area dei “Numeri vincenti”. In tal caso si vince il premio o la somma dei premi corrispondenti. Se ne “I tuoi numeri” si trova il simbolo 2X, 3X, 5X o 10X si vince fino a dieci volte il premio corrispondente.

Toirano Vincita Gratta Vinci

Il fortunato vincitore non ha dovuto ricorrere a nessun moltiplicatore. Sotto alla patina argentata, infatti, si celava un 27 associato proprio al jackpot massimo. Una vittoria netta insomma.

Che mercoledì fosse un giorno particolarmente fortunato per il vincitore sconosciuto è confermato da un piccolo aneddoto che ci racconta proprio Patrizia Vianello: “Stavo per consegnare il ticket al cliente – spiega la titolare della tabaccheria toiranese – quando all’ultimo secondo mi ha chiesto di sceglierne un altro, cioè quello che poi si è rivelato vincitore. Ha grattato il biglietto qui in tabaccheria: è facile immaginare quale sia stata la sua reazione non appena si è reso conto della vincita. Per sicurezza abbiamo controllato il biglietto con il terminale collegato a Lottomatica. Quando sul monitor è apparsa la scritta, non ci potevo credere nemmeno io”.

Al momento l’identità del vincitore è avvolta da un alone di mistero. Ma, come spesso succede in questi casi e specialmente in una comunità ridotta come Toirano, le voci corrono e qualche ipotesi comincia già a circolare. La speranza, come al solito, è che “i soldi vadano a qualcuno che ne ha veramente bisogno”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.