IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Quiliano 2019, continua il tour di Progetto Comune: lunedì alla Sms di Montagna

Oltre a presentare candidati e programma verranno affrontati i temi di interesse della frazione

Quiliano. Continua il tour di incontri pubblici della lista civica di Progetto Comune per la presentazione dei candidati e del programma elettorale. Prossimo appuntamento lunedì 20 maggio 2019 alle ore 20.45 presso la Società Mutuo Soccorso di Montagna.

“Oltre a presentare i componenti della lista e il programma elettorale – spiegano – nell’incontro affronteremo anche i temi di particolare interesse di Montagna. Il nostro nuovo programma elettorale si ispira ai seguenti principi: ripartire e dare dinamicità all’amministrazione della nostra comunità; porre in atto politiche di attenzione e crescita per tutto il territorio comunale, di Quiliano, Valleggia, Cadibona, Montagna, Roviasca e frazioni limitrofe; garantire un’amministrazione autorevole ed indipendente, capace di un ruolo protagonista, che conduca gli interessi della nostra comunità nelle politiche comprensoriali e nei confronti degli Enti sovraordinati; un’amministrazione che con indirizzi progettuali certi, nuove idee e nuove energie, sappia ricercare risorse finanziarie extracomunali; uno sviluppo dei diversi settori con una attenzione integrata ad azioni ambientalmente sostenibili”.

“Tra i punti dello sviluppo polisettoriale poniamo il tema del rilancio agricolo – scrivono – Quiliano ha una sua tradizione rurale soprattutto nel territorio caratterizzato dalla morfologia collinare-montana. Riscontriamo sul territorio la volontà di nuove realtà di sviluppo, soprattutto legate alle fasce più giovani della popolazione, che insieme alle aziende agricole, già presenti sul territorio, dovranno essere incentivate e aiutate. Anche attraverso l’incentivazione di pratiche di recupero di aree ex agricole, progetti di formazione per gli agricoltori, il riaccorpamento delle superfici fondiarie e la ricerca di fondi. In questo contesto riteniamo opportuno avviare un progetto di sviluppo economico / turistico di outdoor. In altri comuni limitrofi al nostro è iniziato e si è sviluppato, ormai da anni. Pensiamo che finalmente anche Quiliano debba avere un ruolo importante in questa rete, possedendo tutte le caratteristiche di territorio e di struttura sentieristica”.

“Il risultato finale della variante del piano urbanistico comunale – proseguono – ha fortemente penalizzato e vincolato le nostre realtà frazionali. E’ necessaria la valorizzazione e una miglior vivibilità dei centri storici e dei nuclei rurali, tra cui quello di Montagna. Anche per favorire una maggior cura dell’entroterra, con il suo grande patrimonio boschivo, rurale ed agricolo e cercando di assicurare una presenza umana atta a presidiare un paesaggio agricolo vasto e caratteristico. Il dato politico amministrativo da interpretare è quello di scelte funzionali alla rivitalizzazione delle frazioni alte”.

“E’ necessaria la valorizzazione e una miglior vivibilità dei centri storici e dei nuclei rurali – dicono ancora – tra cui quelli di Montagna, per promuovere anche un recupero possibile. Anche per favorire una maggior cura dell’entroterra cercando di assicurare una presenza umana atta a presidiare un paesaggio agricolo vasto e caratteristico. Riteniamo necessario avviare un programma di cofinanziamento per la viabilità minore, come le strade vicinali, in collaborazione con i privati e/o proprietari frontisti. Altresì diventa ormai necessario affrontare il tema della regimazione delle acque in particolar modo nelle realtà frazionali e con una costante manutenzione delle cunette”.

“Tra le iniziativi più rilevanti su Montagna si evidenzia: la realizzazione del parcheggio dei Cerri, lo studio realizzativo della problematica degli allacciamenti fognari delle località ancora non allacciate al depuratore, la manutenzione della strada tra via Lanrosso Sup. e Via Cervaro; verifica e interventi sui muri di sostegno lungo la strada comunale e integrazione guard rail” concludono.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.