IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pietra Ligure, successo per il “Progetto Biblioteca”: ecco le testimonianze degli alunni foto

I bambini si sono improvvisati giornalisti per intervistare i compagni circa le attività svolte

Pietra Ligure. Si sono da poco concluse le attività rientranti nel “Progetto Biblioteca”, così denominato dalle insegnanti che hanno aderito all’invito da parte della responsabile della biblioteca di organizzare delle attività in collaborazione. Hanno partecipato al progetto tre classi della scuola primaria di Pietra Ligure, la classe seconda, (insegnanti Lovati e Provenzano), la classe quarta (insegnanti De Giorgi e Pastorino) e la classe quinta (insegnanti Viola e Cavenaghi).

Le attività sono state programmate dai docenti di concerto con la responsabile della biblioteca, Rita Di Somma, che ne ha curato l’organizzazione e l’arricchimento culturale.

Si sono svolte in orario scolastico presso i locali della biblioteca e qualche volta in classe. Gli argomenti trattati prima in classe e poi arricchiti in biblioteca, sono stati per la classe quarta “il diario” e per la quinta la prima cantica della “Divina commedia” di Dante Alighieri, “l’Inferno”. La classe seconda invece, si è divertita con la scrittura creativa. Per la trattazione dell’argomento “diario” è stato invitato in biblioteca il prof. Giovanni Cenere, che ha mostrato ai bambini un diario che era appartenuto all’ingegnere Alberto Damilano, che lavorava presso la “Piaggio aeronautica” nel 1944, e ha raccontato loro alcuni episodi di guerra riguardanti Pietra Ligure e dintorni, in esso contenuti. Ci si è poi soffermati sull’importanza di tenere un diario e, in assenza dell’affezionato lettore ultracentenario della biblioteca – che aveva tenuto il diario giornaliero da soldato al fronte, durante la seconda guerra mondiale – ne sono state lette alcune pagine.

La classe quinta si è cimentata, con entusiasmo e notevole bravura, nella messa in scena dei passi dell’”Inferno”, dove è stata data ai bambini l’opportunità di improvvisarsi registi e attori. Mentre il lavoro di scrittura creativa da parte dei piccoli di seconda – che Rita di Somma ho voluto definire “Favolando in libertà”- si è concluso con la creazione, da parte dei bambini, di un libricino illustrato contenete la storiella inventata da loro.

A lavori ultimati, la direttrice della biblioteca ha voluto dare un’ulteriore opportunità ai bambini: farli improvvisare giornalisti e intervistare i compagni circa le attività svolte. Il risultato è stato sorprendente:

INTERVISTA AGLI ALUNNI DELLA CLASSE SECONDA IN MERITO AL PROGETTO BIBLIOTECA
– La cosa che mi è piaciuta di più è stata quando abbiamo inventato la storia e costruito il libretto. (Carlo)
– Mi è piaciuto il primo incontro perché ho visto tanti libri interessanti. (Francesco)
– La prima volta mi sono divertita tantissimo perché ognuno di noi ha creato un libretto. (Zemira)
– La prima volta ho scoperto come funziona e che cos’è una Biblioteca Civica. (Anna)
– La Bibliotecaria ci ha fatto delle tessere per prendere in prestito i libri e io penso che ci andrò molto presto con mamma e papà (Nicole)
– Ho visto tanti libri e a me piacciono soprattutto quelli sugli animali (Sara)
– La Bibliotecaria ci ha detto tante cose interessanti.(Hana)
– Io sono molto contento perché la signora Rita ci ha fatto leggere i nostri libricini.(Gabriel)
-La signora Rita è stata molto gentile con noi e ci ha fatto scoprire un luogo pieno di libri colorati e divertenti. (Aurora)
-La signora Rita è proprio molto simpatica mi piacerebbe tornare a trovarla e scegliere con lei dei libri da leggere.(Ergi)
– Vorrei tornare l’anno prossimo con i compagni e i maestri per leggere libri sugli animali . (Gabriele)
– Tutte le persone in biblioteca sono state simpatiche e gentili con noi. (Mattia)
– Vorrei, l’anno prossimo, fare dei nuovi lavori di scrittura creativa. (Emma)
– L’anno prossimo spero che la signora Rita ci leggerà dei libri sugli animali e dei fumetti. (Armando).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.