IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Open!”: una giornata per conoscere da vicino gli architetti savonesi foto

Giovedì alle 18, in Piazza Sisto IV, sarà allestita una maxi mostra collettiva

Savona. È iniziato il conto alla rovescia per l’evento inaugurale dell’edizione savonese della manifestazione nazionale “Open! Studi aperti 2019” arrivata alla terza edizione che si terrà giovedì 23 maggio, alle 18, in Piazza Sisto IV. Si tratta di una mostra e una festa nella piazza più centrale della città, un allestimento pensato per attirare l’attenzione e incuriosire i non addetti ai lavori con lo scopo di sottolineare l’importanza dell’architettura e della professionalità degli architetti dai progetti a tutti i livelli (dalla riqualificazione dello spazio pubblico alle ristrutturazioni di interni, dal restauro di edifici pubblici, al progetto di singoli arredi, ecc.).

Inoltre nei giorni successivi venerdì 24 e sabato 25 maggio, anche nella provincia di Savona, i cittadini potranno visitare gli studi di architettura aderenti che apriranno le loro porte al pubblico.

Una nuova scuola in Malawi, il restauro di un’abitazione a Celle, una nuovo concetto di panchina e porta riviste in marmo, un sopralzo di un condominio a Varazze, il rinnovo di spazi pubblici ad Alassio, sono solo alcuni dei progetti che i visitatori potranno scoprire giovedì 23 maggio alle 18,00 in Piazza Sisto IV a Savona in una speciale mostra en plein air focalizzata sul tema “…fare architettura” che mette in vetrina il lavoro degli architetti del territorio attraverso foto, schizzi, disegni e progetti prodotti dagli studi partecipanti all’iniziativa.

La mostra pensata come installazione-evento con un filo conduttore giallo (tavole gialle, dress code giallo, catering giallo…), prenderà forma dalle prime luci dell’alba in Piazza Sisto IV giovedì̀ 23 maggio e sarà visitabile anche venerdì 24. Tutte le fasi del montaggio saranno filmate e condivise anche dopo l’evento a testimonianza dell’happening collettivo.

La mostra sarà allestita su un monolite in legno giallo lungo circa 40 metri composto da blocchi di diverse altezze, lungo il quale succederanno diverse cose: saranno presentati i progetti, sarà offerto un brindisi e saranno distribuite copie della rivista Platform (che è media partner dell’evento). “Un modo per attirare l’attenzione nel cuore della città, un’occasione per ritrovarsi insieme tra colleghi e cittadinanza, fare rete con gli operatori del settore tutti insieme in un momento conviviale. Inoltre questo evento vuole rappresentare nel senso più ampio l’intera categoria e non solo la singola attività professionale” dice Francesco Campidonico referente della Commissione Cultura.

Il monolite è composto da tavole gialle, casseri tradizionali in legno, che dopo l’installazione saranno riutilizzate nei cantieri dell’impresa che le fornisce. Una soluzione di economia e sostenibilità, fortemente voluta dalla Commissione Cultura. Normalmente i casseri sono usati nella realizzazione delle opere in calcestruzzo armato per creare l’involucro dentro cui viene effettuato il getto di calcestruzzo allo stato liquido, per poi essere rimosso alla fine del processo di presa e indurimento ed essere riutilizzato in altri cantieri.

“Allo stesso modo auspichiamo che quando verrà smontata l’installazione, si saranno consolidate alcune buone pratiche: avvicinare l’architetto al cittadino, far comprendere l’importanza dell’architettura e della figura dell’architetto e la centralità del progetto”, dice il Presidente Giacomo Airaldi.

“La Commissione Cultura ci lavora da un anno – aggiunge – ha studiato diverse possibili configurazioni per il concept della mostra nella Piazza centrale della città. È la dimostrazione che il progetto non è un processo lineare, si va avanti, si discute e a volte si torna indietro. Attraverso il progetto si analizzano problemi, si fanno scelte e costruisce un pensiero critico. Le persone devono sapere anche questi insegnamenti che derivano da Progetto di Architettura. Abbiamo avuto manifestazione di apprezzamento anche dai colleghi del Consiglio Nazionale per l’idea. Crediamo sia una bella occasione di festa, per far conoscere i lavori dei nostri iscritti, e invitare persone comuni, amministrazioni e realtà del territorio a interessarsi maggiormente all’architettura e a come interagiamo e modifichiamo tutto lo spazio che ci circonda, per avvicinarsi con fiducia agli architetti per discussioni costruttive, oltre che per consulenze e progetti. L’appuntamento per tutti i curiosi è giovedì 23 maggio alle 18,00 in piazza Sisto IV a Savona”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.