IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Magliolo, la Cooperativa Tre Valli ha compiuto quarant’anni

"La Cooperativa è sempre stata "al passo coi tempi commercializzando man mano le produzioni che maggiormente venivano richieste dal mercato"

Più informazioni su

Magliolo. Lunedì sera, alla presenza di un numero ben nutrito di soci (quasi il 50 per cento presenti), si è tenuta la consueta assemblea ordinaria della Cooperativa Tre Valli di Magliolo. L’occasione è servita per approvare il bilancio del 2018 e festeggiare le nozze di rubino: perché la Cooperativa Tre Valli ha festeggiato i 40 anni dalla sua costituzione avvenuta nel lontano 10 aprile 1979.

I nominativi di questi “pionieri” sono: Venerio Aicardi di Bardino Vecchio, Andrea Aicardo di Magliolo, Giobatta Calcagno di Magliolo, Nicolò Centino di Tovo S. Giacomo, Giovanni Ferrucci di Calice Ligure, Dario Folco di Bardino Vecchio, Santino Folco di Bardino Vecchio, Alfredo Garzon di Perti, Giuseppe Orsero di Magliolo, Stefano Rebagliati di Valgelata di Finale Ligure, Lorenzo Ricci di Giustenice, Tranquilla Tavarelli di Valgelata di Finale Ligure, Eligio Vallarino di Tovo San Giacomo, Attilio Venitti di Perti, Mario Fiorini di Magliolo. Tra questi vennero eletti: presidente Andrea Aicardo e vice presidente Giuseppe Orsero.

“L’idea di queste persone è stata di unirsi per affrontare meglio il mercato, che allora come oggi richiede produzione legata alla qualità, garantendo il miglior prezzo. L’idea è sembrata così buona che in quarant’anni vi hanno aderito circa 120 aziende agricole ed il numero continua a crescere, estendendo il territorio di produzione dalle vallate all’entroterra di Albenga fino ad arrivare nella provincia di Genova”.

La Cooperativa è sempre stata “al passo coi tempi commercializzando man mano le produzioni che maggiormente venivano richieste dal mercato; infatti nel corso degli anni dalle produzioni di anemoni si è passati alle produzioni attuali di fronde verdi per uso ornamentale quali per esempio: eucalyptus baby blue, eu. cinerea, ruscus, eu. parvifoglia, gunny, grevillea, pitosforo, pitosforo nevato, viburno fiorito. L’evoluzione nella vendita ha portato gradatamente alla sostituzione di alberi da frutto (non più in grado di soddisfare il mercato) alle fronde verdi, permettendo il non abbandono del territorio ma anzi favorendo, dagli anni novanta ad oggi il riavvicinamento dei giovani del luogo al mondo agricolo.

“La qualità è sempre stato l’obiettivo prefissato della Cooperativa, favorita dalla naturale vocazione del territorio: microclima e tipologia del terreno che si avvicina ai paesi di origine di queste fronde (Australia e Nuova Zelanda), ma anche dalla passione profusa dei produttori della zona. L’attuale produzione della Cooperativa è rivolta ai mercati nazionali ed internazionali quali: Giappone, Stati Uniti, paesi del nord Europa ed Europa dell’est.”

Dello sviluppo commerciale della Cooperativa si trova immediatamente riscontro nei risultati economici: infatti, dagli anni novanta, c’è stato un incremento percentuale crescente annuo, risultato non di poco conto se viene considerato che la Cooperativa commercializza esclusivamente la produzione dei propri soci. Il progresso economico conosciuto sinora dalla Cooperativa, come è anche ovvio, ha conosciuto negli anni diversi momenti di difficoltà passando dalla crisi economica del 2008 a diverse gelate con perdita del prodotto, ultima avvenuta a marzo del 2018 che ha danneggiato una buona parte della produzione, nonostante ciò il bilancio 2018 approvato il 29 aprile all’unanimità dei soci presenti ed aventi diritto di voto è stato in crescita rispetto all’anno precedente.

Valerio Delmonte, presidente dal 2005 alla fine della serata e prima del taglio della torta celebrativa offerta per l’occasione ai soci presenti ha così dichiarato: “Il 2018 nonostante tutto è stato un altro anno di crescita ed i segnali per il 2019 sono apparentemente positivi, mi preme ricordare a tutti che i risultati raggiunti sono stati possibili solo perché tutti insieme stiamo offrendo con volontà di sacrificio un prodotto di qualità e così deve continuare ad essere. Voglio raccomandare a tutti i soci di perseguire sempre la volontà di continuare a migliorarsi perché sono convinto che col passare del tempo avere un prodotto di pregio pagherà sempre. Concludendo voglio ringraziare tutti i miei collaboratori per il lavoro svolto in questi anni senza dimenticare il consiglio d’ amministrazione che mi supporta sempre con entusiasmo, rispettando sempre le linee guida che hanno permesso lo sviluppo economico sociale della Cooperativa sin dai suoi albori”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.