Tardi

Loano, la protesta della minoranze: “Disattesi gli accordi sulla data di convocazione del consiglio comunale”

"Reso vano il nostro ordine del giorno a sostegno di Radio Radicale"

Consiglio Comunale Loano

Loano. Un consiglio comunale convocato “troppo in là” e che perciò renderà vano l’ordine del giorno a sostegno di Radio Radicale proposto dai gruppi di minoranza. E’ questa la protesta che arriva dalla lista civica LoaNoi e della lista civica Pd/Da sempre per Loano e indirizzata dal sindaco di Loano Luigi Pignocca e al presidente del consiglio comunale Gianluigi Bocchio.

Anche a nome dei colleghi Paolo Gervasi, Patrizia Mel, Daniele Oliva e Giulia Tassara, il capogruppo di Pd/Da sempre per Loano Gianni Siccardi afferma: “In occasione dell’ultima conferenza dei capigruppo del 29 aprile scorso si era comunemente convenuto che il prossimo consiglio comunale fosse convocato tra il 20 ed 26 maggio per permettere anche alle minoranze di poter garantire in maniera organizzata la loro presenza. Peraltro, in quella occasione si era altresì concordato di porre all’ordine del giorno in maniera totalmente condivisa, un atto di totale solidarietà a Radio Radicale, la cui attività era fortemente messa in discussione da un decreto dell’attuale governo”.

“Prendo atto che, anche in questa occasione, i nostri accordi sono stati disattesi e che un ordine del giorno di totale partecipazione non potrà, considerato che con il prossimo 21 maggio cesserà il servizio pubblico offerto da Radio Radicale, che tramutarsi in un atto di cordoglio ad esequie avvenute. Francamente non faccio fatica a comprendere che le nostre numerose interrogazioni, la più datata è stata depositata nella prima decade di gennaio, possano creare fastidi ed imbarazzi per la complessità ed importanza dei problemi posti, ma non trovo nessuna giustificazione al fatto che problemi d’importanza nazionale vengano considerati alla stregua di un adempimento burocratico. Confido, senza speranza, che queste mie parole possano accelerare la procedure di convocazione del consiglio comunale”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.