IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’avvocato Ivano Lusso candidato sindaco della lista civica “Siamo Mioglia”

La presentazione della lista è prevista per il 17 maggio alle 21 presso l’oratorio cittadino

Mioglia. E’ Ivano Lusso, 47enne avvocato, il candidato sindaco della lista civica “Siamo Mioglia”.

Fanno parte della lista, in qualità di candidati consiglieri comunali: Davide Bertoli, 29 anni, tecnico edile; Giampiero Borreani, 64 anni, direttore enti di formazione in pensione; Gianni Bozzolino, 56 anni, vigile del fuoco; Loredana Cardon, 69 anni, professoressa in pensione; Alessio Doglio, 31 anni, magazziniere; Claudia Doglio, 48 anni, impiegata e allevatrice; Alessandro Ferro; 36 anni, traslocatore; Chiara Nari, 35 anni, educatrice in attesa di occupazione; Roberto Palermo, 28 anni, software developer; Claudio Rolandi, 37 anni, impiegato. La presentazione della lista è prevista per il 17 maggio alle 21 presso l’oratorio cittadino.

“Mioglia è un paese da amare per il suo territorio e per la sua gente – spiega Lusso – Istituzionalmente è stato evidenziato il particolare ‘valore naturalistico’ del territorio miogliese, la varietà e la presenza di ecotoni, l’abbondanza di fauna selvatica. Il paesaggio, fatto di prati e i pascoli a perdita d’occhio, le ha fatto meritare l’appellativo di ‘piccola Svizzera’. I cittadini di Mioglia sono ancora quelli descritti dal professor Casalis nel 1833 nel suo ‘Dizionario’ e cioè ‘sobrii e molto applicati al lavoro’. Per questo, è nostra intenzione tutelare il territorio come risorsa agricola, turistica ed, infine, commerciale”.

Siamo Mioglia

“Amministrare bene, con serietà e competenza il nostro piccolo Comune: i Miogliesi meritano il meglio. Il vero programma elettorale di ‘SiAmo Mioglia’ deve essere fatto dai cittadini non oggi ma giorno per giorno, rivolgendosi all’amministrazione comunale, segnalando problematiche e proponendo idee: solo tutti insieme ‘siamo Mioglia’. Il calo demografico e le ristrettezze imposte dalla finanza pubblica mettono periodicamente in forse l’esistenza stessa del paese. Il programma di ‘SiAmo Mioglia’ vuole invertire il declino economico e demografico del paese”.

Alcuni punti del programma elettorale: “Difesa del paese: Mioglia e solo Mioglia. Non ci faremo portare via né identità né servizi pubblici essenziali (scuola). Porte aperte ai cittadini e alle associazioni: i cittadini e le associazioni troveranno nel Sindaco un interlocutore sempre presente e disponibile all’ascolto. Arredo urbano: un paese decoroso, bello e vivibile con verde pubblico, panchine e aree picnic. Attenzione alle fasce deboli: abolizione delle barriere architettoniche, accessibilità ai servizi comunali e parcheggi riservati ai disabili; attenzione agli anziani con la messa in opera di servizi a domicilio. Agricoltura core business del paese: il territorio miogliese è da secoli vocato all’agricoltura. Il Comune si impegnerà a favorire la nuova imprenditoria giovanile. Creazione di un ‘agriculture point’ che informi sulla produzione agricola locale e promuova la filiera corta. Difesa e valorizzazione del tartufo bianco di Mioglia”.

E ancora: “Priorità acqua: mappatura della rete idrica con individuazione delle perdite e messa in funzione a pieno regime del nuovo pozzo artesiano. Caccia e turismo: l’azienda Faunistico Venatoria Miogliese (solo due in tutta la Liguria) può essere una vera e propria risorsa per il paese, per l’indotto agricolo (semine a perdere, miglioramenti ambientali, promozione di allevamento sul territorio di selvaggina) e per quello turistico, con l’offerta di ristorazione e pernottamento per i cacciatori. Natura e turismo: creazione di percorsi naturalistici (Rocca della Crenna, Tana delle Faie, Pian d’Erro, etc.) da raccogliere in un pieghevole e pubblicizzare adeguatamente. Cultura e turismo: un territorio senza cultura è un territorio senza memoria. Cartellonistica sui monumenti d’interesse storico, tra cui la chiesa di Sant’Andrea, una delle poche in Italia a riportare sul frontespizio la frase ‘terribilis est locus iste’. Ricettività: non c’è turismo senza ricettività. Promozione e supporto ai privati che vogliono investire in albergo diffuso, area camper, agriturismo. Creazione di una piattaforma on line per l’affitto di camere ai villeggianti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.