IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Juniores Cup 2019: la Rappresentativa “C” vince la 6ª edizione

Lo speciale Settore Giovanile del ct Vaniglia

Sono state la Rappresentativa del girone “A” (Liguria, Piemonte) e quella del girone “C” (Friuli Venezia Giulia, Trentino A.A., Veneto), a contendersi il titolo di Campione d’Italia nella Juniores Cup 2019. La squadra guidata da mister Antonio Paganin (“C”) aveva superato la Selezione del girone “B” (Lombardia, Veneto) al termine di un match molto combattuto ed equilibrato, specialmente nel primo tempo, dove qualche occasione più nitida era stata ad appannaggio dei ragazzi di Mario Fiore (“B”).

A risolvere la contesa è stata una prodezza da fuori area di Leonardo Pilotto(Campodarsego) con un preciso tiro sotto alla traversa che il numero uno Mattia Cioffi (Pro Sesto), della selezione “B”, non ha potuto evitare si trasformasse in gol. La Rappresentativa “A” è volata in finale in virtù del successo per 2 – 1 strappato alla Rappresentativa “G” (Campania, Lazio, Sardegna). Le reti, tutte nella ripresa, avevano portano le firme di Yayah Kallon (Savona) e Alejandro Scibetta (Stresa) per la squadra di mister Giuseppe Fossati (A) e di Luigi Di Fusco (Aprilia) per quella di mister Maurizio Coppola (G).

L’appuntamento fissato per oggi sabato 11 alle ore 11, al “Necchi Balloni” di Forte dei Marmi, per l’ultimo confronto valevole per la conquista del titolo 2019 è andato alla Rappresentativa C che pertanto è riuscita ad aggiudicarsi l’edizione 2019 della Junior Cup.

Nel catino del “Necchi – Balloni” di Forte dei Marmi, la Rappresentativa A ha infatti perso per 3-1, un risultato che non lascia scampo. Ai fini del conteggio degli episodi che hanno determinato il match appare senz’altro decisivo l’uno-due messo a segno da Cavaliere tra il 41° e il 43° del primo tempo, a cui ha fatto seguito ad inizio ripresa la rete del savonese Kallon su calcio di rigore (penalty procurato dalla stessa ala biancoblù) dopo una bella serpentina). A chiudere definitivamente i conti ci ha pensato però Belardinelli, di testa.

Dopo l’exploit della scorsa stagione anche questa seconda posizione non può che far piacere a dimostrazione della forza esprimibile dal tandem Piemonte-Liguria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.