IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il turismo nella regione delle “bandiere blu”: tra mare e divertimento foto

Natura, gastronomia e divertimento, per una regione dalle mille risorse

Più informazioni su

La Liguria è un territorio, all’interno della penisola italiana, tra quelli che maggiormente riescono a coniugare numerose e diversificate peculiarità e attrattive, soprattutto in chiave turistica, ma non solamente. Se, da un lato, il territorio impervio della regione – dall’infrastruttura ferroviaria, comunque efficiente, fino alla storica tecnica dei terrazzamenti per le coltivazioni rivierasche – può costituire un limite, dall’altro il mare cristallino, i paesini arroccati con vista panoramica, il cibo rinomato e la vita notturna, oltre alle numerose opportunità per quanto riguarda la cultura, valorizzano un luogo davvero unico nel suo genere.

Non a caso il turismo verso la regione continua ad essere una risorsa importante, pur avendo conosciuto una importante battuta d’arresto dovuta alle immediate ripercussioni dei tragici eventi legati al crollo del Ponte Morandi di Genova, come si sa avvenuto nel 2018. Questo ha comportato un calo delle presenze turistiche pari a una percentuale di circa il 4 per cento, secondo gli ultimi dati diffusi, riportati a seguire, rilevati dall’Osservatorio turistico regionale:

  • Calo delle presenze turistiche nel 2018 del 2,38 per cento rispetto al 2017
  • Diminuzione di 358.908 pernottamenti.
  • I mesi peggiori dell’anno sono stati gennaio , aprile e ottobre (-8,20%).
  • I mesi migliori sono stati marzo e maggio rispetto allo stesso mese dell’anno precedente l’indagine

In ogni caso si tratta di una regione consapevole delle proprie innumerevoli potenzialità che, a livello politico e logistico, ha bisogno di precisi piani strategici per mantenere i propri livelli, a partire dalla recente dichiarazione di una promozione ad hoc nelle città europee collegate con la regione tramite le varie linee aeree, così da utilizzare le potenzialità di divulgazione delle fiere e degli eventi, oltre che di promettenti mercati come, ad esempio, quello della Svizzera e dei Paesi Bassi.

Del resto le potenzialità del territorio sono davvero variegate e per tutti i gusti: a partire dal mare, con tutte le attività sportive ad esso collegate: non a caso il mare della Liguria è un’eccellenza italiana per quanto riguarda, come si vedrà, le bandiere blu.

Ma non finisce qui, perché la regione offre anche itinerari escursionistici per gli appassionati delle camminate e del trekking.

Per non parlare delle specialità gastronomiche, che spaziano dal tipico pesto alla genovese, fino alla focaccia di Recco, passando per le olive taggiasche per arrivare al prelibato coniglio alla ligure: senza dubbio un’attrattiva, quella del cibo, per i turisti italiani e di tutto il mondo.

Certo, la Liguria è nota anche per la vita notturna, specialmente quella legata al mondo dei casinò, un’altra delle passioni dei turisti, anche solo per la curiosità di sperimentare questo tipo di attività per la prima volta. Ma si tratta del resto di un settore che coinvolge sempre di più anche gli appassionati, come dimostrano le recensioni dei migliori casinò online.

Insomma, si tratta di una regione che ha molto da dare e che sempre di più sperimenta il proprio futuro, nonostante le difficoltà legate agli eventi drammatici di cronaca.

La Liguria e le novità legate al mondo del turismo

Il mare della Liguria, prima di tutto, è un patrimonio comunemente riconosciuto, come dimostra anche l’assegnazione delle bandiere blu.

Insieme alla Toscana la regione è infatti quella più corrispondente ai vari parametri di balneazione e alla qualità dei servizi turistici offerti, così come espressi, nel prestigioso riconoscimento annuale, dalla Fee (Foundation for Environmental Education).

Proprio per valorizzare il mare e le sue numerose attrattive è stato inoltre di recente lanciato il progetto “Neptune”, nella prospettiva dello sviluppo e della gestione di percorsi sommersi capaci di valorizzare le risorse naturali della regione, proprio nell’ottica di una promozione delle attività subacquee.

Ma la Liguria è anche molto di più, e può puntare su risorse sempre nuove, capaci di coniugare la promozione all’innovazione, anche in chiave artistica e tecnologica, come dimostra, ad esempio, il cortometraggio di promozione turistica delle due Albisole, nato dall’idea di Alex Fracchia e di seguito sviluppato grazie alla regia e alla sceneggiatura di Marco Placanica, che è stato di recente presentato.

E nuove strategie sono al centro degli obiettivi dell’Agenzia “In Liguria” e della Regione, per un 2019 all’insegna del turismo localetra workshop e degustazioni, guardando con giusta ambizione anche al turismo internazionale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.