IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Europee 2019, i liguri eletti a Strasburgo: prima volta per Campomenosi (Lega). Benifei (Pd) e Beghin (M5s) confermati

Poche soddisfazioni per i candidati liguri, che scontano il gap di essere noti in una regione meno popolosa rispetto a Lombardia e Piemonte

Liguria. Saranno tre i liguri presenti nel prossimo Parlamento Europe: dalle urne, infatti, arriva la conferma del dem Benifei, e il ticket per Strasburgo per il leghista Campomenosi, che si posiziona primo tra i non eletti, e quindi, con la rinuncia di Salvini capolista, “ultimo degli eletti”. Primo mandato all’Europarlamento anche per Tiziana Beghin, genovese di nascita anche se oggi residente in Piemonte.

Brando Benifei Pd, europarlamentare uscente, è stato confermato, conquistando l’ultimo dei cinque posti assegnati al Partito Democratico, superando Mercedes Bresso con oltre 50 mila voti.

L’eurodeputato, ha commentato con un post su Facebook: “Mancano ancora alcuni seggi, ma oltre 50000 preferenze mi permetteranno di continuare a rappresentare l’Italia e tutti i cittadini europei all’Europarlamento, grazie di cuore per il vostro impegno e la vostra passione in queste settimane di campagna elettorale. Sarà un onore continuare a lottare insieme per ciò in cui crediamo, per i prossimi 5 anni”.

Elezione praticamente certa anche per Marco Campomenosi, che sarebbe il primo dei non eletti della Lega, ma considerando che Matteo Salvini, capolista, rinuncerà al seggio, sarà lui a entrare nel gruppo degli europarlamentari leghisti, grazie a un “recupero” nello spoglio su Alessandra Cappellari con oltre 17 mila preferenze. Nulla da fare per Cristina Porro, che con i suoi poco più che 11 mila voti è quattordicesima.

Per il Movimento 5 Stelle biglietto di andata per Strasburgo per Tiziana Beghin, nata a Genova, anche se oggi residente in Piemonte, con quasi 15 mila preferenze e una seconda posizione di lista. Al terzo posto c’è Maria Angela Danzì, che a Genova ha vissuto per qualche tempo, essendo stata segretario del Comune, con poco più che 14 mila voti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.