IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Circolo Scherma Savona, un weekend intenso da Tauber a Casale Monferrato

In gara in Coppa del Mondo con Catarzi, nella Coppa Italia Cadetti e nei campionati italiani Master

Savona. In questo fine settimana ci sono stati tre fronti in cui erano impegnati i colori savonesi della scherma.

Partiamo da quello più prestigioso: a Tauber, in Germania, per la prova di Coppa del Mondo Assoluti di fioretto femminile era in gara Constance Catarzi. L’atleta italofrancese che veste i colori transalpini aveva conquistato il tabellone principale, riservato alle migliori 32 atlete, avendo battuto nel primo turno l’azzurra Monaco. La corsa della ventenne di scuola savonese è stata poi fermata dalla pluricampionessa olimpica e mondiale, l’azzurra Elisa Di Francisca. “Ma è un risultato davvero di prestigio per una ragazza così giovane che ha le possibilità di migliorarsi ancora” ci riferisce Federico Santoro, maestro del club savonese.

Contemporaneamente, a Casale Monferrato erano impegnati sugli altri due fronti i tiratori della società, nella Coppa Italia Cadetti e nei campionati italiani Master, accompagnati dai maestri Federico e Fabrizio Santoro.

Nella Coppa Italia Cadetti che riservava ai primi 16 l’accesso ai campionati nazionale Under 17 in programma a Lecce dal 24 al 26 maggio, Giovanni Borsato nel fioretto maschile centra l’obiettivo con una prova maiuscola classificandosi 13° su oltre 155 partecipanti. Stefano Satta, sempre nel fioretto, cade con rammarico all’assalto decisivo pur con una prova molto positiva classificandosi 29°. Non riescono a qualificarsi Agnese Corsinovi nella spada e nel fioretto, Carolina Gastaldi nel fioretto e Alex Patrone nella spada.

Sempre a Casale, nei campionati italiani Master categoria 3 (60-69 anni), 6° posto con molto rammarico per Roberto Faldini nella sciabola, che manca l’accesso al podio per un soffio sconfitto 9-10 dal romano Lancellotti. Ed è 6° anche Eros Vaira nel fioretto, capace di una prova molto positiva sconfitto dopo un assalto tenace e ben condotto dal torinese Ferrario. La squadra di fioretto formata da Roberto Faldini, Paolo Frosi ed Eros Vaira non centra l’accesso alle prime quattro squadre nazionali, rimanendo sconfitta 5-2 dal Club Scherma Torino.

“Essere impegnati sui tre fronti è per noi una situazione che premia la capacità degli atleti di qualunque età e dei loro allenatori e che ci inviata ad insistere con impegno sempre maggiore per il futuro” concludono i maestri Federico e Fabrizio Santoro.

Nella foto sopra: Giovanni Borsato secondo da sinistra e Stefano Satta secondo da destra insieme ai compagni di sala

Costance Catarzi

La squadra Master di fioretto: da sinistra Eros Vaira, Paolo Frosi, Roberto Faldini

Costance Catarzi

Costance Catarzi

Costance Catarzi

Giovanni Borsato

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.