IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Castagneti e alberi da frutto attaccati da parassita, l’allarme dei coltivatori: “Raccolti ancora a rischio”

Tornano a farsi sentire i produttori locali e chiedono un intervento per salvare i raccolti

Osiglia. I coltivatori di Osiglia lanciano ancora un’allarme: “I nostri raccolti di castagne e alberi da frutto sono per metà distrutti e ora si aggiunge il famoso cinipide rispuntato sulle nostre piante, sia selvatiche ma anche domestiche, per noi un vero disastro”.

IVG.it aveva già raccolto la protesta di alcuni coltivatori della zona, con castagneti e alberi centenari, che erano stati già pesantemente danneggiati dal gelicidio del 2018, continuamente danneggiati dalle razzie di cercatori di funghi e altri presunti escursionisti, senza contare le incursioni di cinghiali e caprioli e animali selvatici.

Il cinipide è un insetto fitofago e attacca i germogli e foglie delle piante nelle quali la sua larva compie il ciclo vitale. Particolarmente dannoso per il castagno e specie affini per cui ne viene considerato l’insetto più nocivo a livello mondiale a causa del veloce deperimento delle piante che attacca.

“Per noi il raccolto delle castagne è l’unica piccola risorsa che abbiamo, stessa cosa per altri coltivatori di paesi limitrofi che danni si dedicano a questa attività e si prendono cura del bosco”.

“Ora chiediamo con forza che istituzioni ed enti competenti si interessino a noi” affermano ancora alcuni coltivatori che hanno sollevato la protesta.

“Il nostro raccolta del 2018 è stata distrutto per quasi la metà, come il caso delle castagne, e ora la presenza del parassita rischia di mettere in ginoccio anche quella del 2019: le castegne sono una ricchezza del nostro territorio e un patrimonio che bisgnerebbe tutelare”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.