IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bombardier, Benveduti: “I lavoratori meritano rispetto, il Mise convochi i vertici dell’azienda” fotogallery

Il commento dell'assessore regionale allo sviluppo economico Andrea Benveduti, a seguito dello “sciopero duro” partito nella giornata di ieri

Più informazioni su

Vado Ligure. “È ora più che mai fondamentale comprendere le reali intenzioni della multinazionale, se c’è chiarezza e possibilità di attivare un dialogo reale tra le parti, esplorando tutte le direzioni possibili alla ricerca di una soluzione. I lavoratori di Bombardier meritano rispetto, a loro va la nostra vicinanza in questi momenti di difficoltà”. È il commento dell’assessore regionale allo sviluppo economico Andrea Benveduti, a seguito dello “sciopero duro” partito nella giornata di ieri nel sito produttivo di Vado Ligure.

Sullo sfondo la volontà della multinazionale canadese di andare avanti con l’esternalizzazione del reparto ingegneria, senza lasciar trasparire una strategia che invece pare esser già stata concordata ai vertici.

“Crediamo che la ben nota pratica dello ‘sfogliare il carciofo’ non faccia presagire nulla di buono e non possa far altro che indebolire la natura stessa del sito produttivo di Vado, esponendolo a un alto rischio chiusura. È necessario pertanto capire con urgenza le reali intenzioni della proprietà nell’interesse dei lavoratori e di un territorio, esposto ad altre situazioni di criticità industriale”.

“Rinnoviamo la richiesta al Mise di attivarsi al più presto per organizzare un incontro con i massimi vertici della multinazionale per ottenere le informazioni indispensabili per una comune ricerca di soluzioni. I segnali che da tempo rileviamo, non possono far altro che allarmarci nell’ottica di un progressivo disimpegno. Occorre chiarezza e occorre fare in fretta” conclude Benveduti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.