IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bombardier, arrivata la convocazione al Mise: il 6 giugno vertice con sindacati, Regione e Comune fotogallery

L'incontro si terrà alle ore 14:00: dopo la visita di Di Maio sindacati e lavoratori vogliano i fatti...

Più informazioni su

Vado Ligure. La data era già stata annunciata nel corso della visita del ministro Luigi Di Maio presso lo stabilimento di Vado Ligure, oggi è arrivata la convocazione ufficiale sul vertice al Mise con al centro la difficile vertenza della Bombardier: l’incontro si terrà il 6 giugno, alle ore 14:00, alla presenza di azienda, sindacati di categoria, Regione Ligure e Comune di Vado Ligure.

Organizzazioni sindacali e istituzioni vorranno verificare se le promesse del ministro saranno mantenute, ovvero salvaguardia per il sito vadese e la sua eccellenza produttiva nel settore delle locomotive e del trasporto ferroviario.

Il mantenimento dei posti di lavoro, il mantenimento delle competenze professionali, la produzione, la progettazione e le manutenzioni: quello del 6 giugno sarà l’incontro-verità per capire se davvero lo stabilimento di Vado Ligure avrà un futuro e un ruolo strategico nell’asset industriale, come indicato dallo stesso Di Maio.

“Di Maio ha chiaramente messo in luce quanto lo stabilimento sia cruciale per il savonese: al Mise, per il 6 giugno, è stato messo a calendario il tavolo con i pezzi grossi di Bombardier, nei cui confronti non si esclude di chiedere moratoria di non procedere con separazione e cessione di ingegneria. Il ministro ha condiviso con gli operai una posizione comune: non si tratta solo di difendere un’eccellenza italiana, ma è una questione di rispetto” aveva detto il consigliere del M5S Andrea Melis.

Ora dalle parole bisognerà passare ai fatti e dare soluzioni e risposte concrete già nel breve periodo, altrimenti i lavoratori e i sindacati torneranno a farsi sentire con una nuova mobilitazione. Anche Regione Liguria e Comune di Vado sperano in una svolta positiva, attesa da mesi.

“Ci sono opportunità di mercato importanti che potranno permettere all’azienda di continuare ad essere un’eccellenza per il nostro territorio. Bisogna però essere realmente concreti. Servono decisioni chiare una volta per tutte per determinare un piano di rilancio strategico e di prospettiva industriale per una relatà importantissima quale Bombardier” commenta Alessandro Vella, segretario regionale Fim-Cisl.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.