IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, ubriaca prende a calci le vetrine e aggredisce gli agenti: daspo urbano per una giovane romena

La 32enne, che si è resa protagonista di numerosi episodi violenti, era stata arrestata per resistenza a pubblico ufficiale

Albenga. Si è resa protagonista di numerosi episodi violenti, messi in atto, sempre da ubriaca, in particolare in viale Pontelungo e in centro storico. Si tratta di una giovane romena di 32 anni, che è stata arrestata in flagranza di reato per resistenza a pubblico ufficiale e per la quale, in seguito, è scattato anche il cosiddetto “daspo urbano”.

Il primo episodio è datato 10 maggio, quando la ragazza, personaggio ormai conosciuto agli albenganesi, è stata protagonista di una movimentata mattinata. Tante le segnalazioni pervenute dai residenti della zona, stanchi della situazione, in particolare dopo uno sfogo violento condito da calci, pugni e sputi contro la vetrina di una nota attività del centro storico. Nell’occasione è stata allontanata dagli agenti della polizia locale di Albenga.

Ma, una volta effettuati gli atti di rito presso gli uffici del comando di polizia, la 32enne si è presentata nuovamente a Pontelungo, continuando lo “show”. Si è denudata e ha messo a repentaglio a più riprese la sua incolumità e quella degli automobilisti. A seguito dell’episodio, per lei era scattato il divieto di accesso per 48 ore in viale Pontelungo e il problema sembrava rientrato.

Ma una terza chiamata è arrivata da un negoziante di via Leonardo da Vinci, da cui la donna si era recata per acquistare un cartone di vino (il primo le era stato sottratto per manifesta ubriachezza e per il divieto imposto dal Regolamento di polizia urbana dagli operatori intervenuti). Il tentativo di sottrargli nuovamente la bevanda alcolica ha, però, causato una violenta reazione ed il conseguente arresto in flagranza di reato per resistenza a pubblico ufficiale (immediatamente convalidato).

Ma, nonostante tutto ciò, nella giornata odierna la straniera è stata protagonista dell’ennesimo episodio violento, con calci, sputi e grida contro una vetrina di un negozio del centro storico. Anche in questo caso sono intervenuti gli agenti della polizia locale ingauna e hanno condotto la giovane in questura: è scattata l’immediata notifica del divieto di accesso ad alcune zone di Albenga ai sensi delle recenti normative Minniti (cosiddetto “daspo urbano”).

A partire da oggi e per 12 mesi, la donna, violando l’ordine del Questore, rischierà nuovamente l’arresto per il solo fatto di ritornare nelle zone vietate.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.