IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Savona il corteo di Fridays for future: “Emergenza climatica, non c’è più tempo da perdere” fotogallery

Ancora tanti giovani per chiedere un cambio di rotta

Più informazioni su

Savona. Dopo il ritrovo in piazza del Popolo alle ore 10.15 – via Paleocapa – piazza Mameli – via Boselli – piazza Saffi – via Brignoni – corso Italia – via Paleocapa – via Aurelia – via Gramsci – via Dante Alighieri e piazza Eroe dei due mondi: queste le strade savonesi percorse dai giovani manifestanti di Fridays for future. Questa mattina, infatti, atto secondo della marcia per il clima, dopo una prima manifestazione che si era svolta a marzo.

Savona, quindi, come altre città italiane e del Mondo torna a far sentire la sua voce sul problema dei cambiamenti climatici: cartelli e slogan da parte dei partecipanti all’evento:  “Non c’è più tempo da perdere… (parole di António Guterres, Segretario Generale dell’ONU). Scienziati, insegnanti, genitori, bambini, lavoratori, nonni chiedono un drastico cambio di rotta. Lo gridiamo noi attivisti di FridaysForFuture, invocando il diritto a un futuro. Per noi e per le generazioni a venire”.

In piazza Eroe dei due Mondi si è svolto un sit-in, con interventi di sensibilizzazione sulle seguenti tematiche: cause dei cambiamenti climatici, impatto della produzione di energia e fonti alternative, situazione parchi savonesi e aree protette, flora, fauna e biologia marina del savonese e microplastiche, dove si trovano, quali impatti sull’ambiente e sull’uomo.

“Siccità e alluvioni, carestie e acqua inquinata, microplastiche, malattie, estinzioni di massa, carenza di cibo: ricordiamo, una volta per tutte, che i disastri ambientali sono disastri umanitari. Serve un cambiamento radicale, e deve essere fatto secondo criteri di equità, facendo pagare a chi ha inquinato il prezzo della riconversione, e non scaricandolo sulle classi sociali più deboli. “Giustizia climatica”è per noi non solo uno slogan, ma un punto fermo delle nostre richieste, coscienti che salvare il pianeta può e deve essere occasione di innovazione, sviluppo, lavoro e opportunità”.

E a Savona la giornata di “protesta attiva” prosegue con attività pratiche (musica live, autoproduzione, swap party, pulizia dei luoghi limitrofi), fino alle ore 16 di oggi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.