IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Varazze, vittoria sofferta. Luca Calcagno: “Bisogna lavorare sulla testa” risultati

Crescono le chance di salvezza, ma l'allenatore è prudente: "I punti ce li dobbiamo conquistare"

Celle Ligure. Avanti 4 a 0 già al 25°, il Varazze è riuscito nell’impresa di farsi raggiungere sul 4 pari dal Serra Riccò. Un calo di concentrazione che ha permesso agli ospiti di compiere la clamorosa rimonta, poi resa vana dal gol di Alves.

Varazze Vs Ceriale

L’allenatore Luca Calcagno commenta così: “È il limite infinito di questa squadra e anche oggi si è visto. In una partita dove ti giochi la vita riesci quasi a chiuderla passando sul 4 a 0, vuol dire che sei partito bene con la testa giusta, non si possono prendere quattro gol e nel modo in cui li abbiamo presi. Quest’anno è andata così: ci abbiamo provato a lavorare su questa cosa, che poi è la testa, e io do la colpa alla giovane età: oggi c’erano tanti giovani in campo, 2002 e 2000, però bisogna crescere su quello. Se vuoi giocare in queste categorie, anche se sei giovane un po’ di malizia, un po’ di concentrazione, capire al momento l’importanza di una partita del genere è fondamentale. Si è visto che non ci riusciamo ancora”.

Attualmente i nerazzurri sarebbero salvi, trovandosi a più 10 sulla penultima, ovvero il Ceriale. Inoltre la zona salvezza diretta dista solamente 2 lunghezze. Calcagno, però, è conscio che il traguardo non sarà semplice da raggiungere: “C’è un derby, c’è il Vallescrivia: sei punti sono infiniti per questa squadra. Ce li dobbiamo conquistare. Ora stacchiamo un attimo, soprattutto io, ci prendiamo questo weekend di riposo e poi dalla prossima settimana si lavora per il derby”.

Domenica 28 aprile, alla ripresa del campionato, sarà Varazze Don Bosco contro Celle Ligure. Mister Calcagno spende parole di elogio per i prossimi avversari: “Quando arrivi in fondo ad un campionato i valori sono quelli. Bisogna dare i meriti al Celle: ha fatto un lavoro incredibile, bisogna fargli i complimenti e bisogna ammetterlo. È un derby. A livello motivazionale spero di iniziare la partita con la testa che abbiamo avuto nei primi venti minuti, d’altra parte mi auguro di durare novantacinque, non solo venti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.