IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Terremoto politico a Spotorno, si dimettono anche Delbono e Moretti

Dopo il caso dell'ex vice sindaco la giunta comunale perde altri due pezzi

Spotorno. E’ ufficiale: dopo il caso dell’ex vice sindaco Gianni Spotorno, ex consulente Azimut e implicato in una presunta truffa a danno di 52 famiglie spotornesi, questa mattina sono state presentate le dimissioni degli assessori Davide Delbono e Giulia Moretti. Di fatto la giunta comunale resta dimezzata: restano il sindaco Mattia Fiorini e Marina Peluffo.

Le dimissioni sono state accompagnate da una lettera formale, nella quale sarebbe stati rivolti pesanti attacchi allo stesso primo cittadino spotornese: nel mirino non solo la gestione del caso dell’ex vice sindaco e del post finito al centro delle polemiche nel quale lo stesso Fiorini difendeva l’operato del suo ex vice sindaco, ma anche altri aspetti della gestione amministrativa.

I due ex esponenti della giunta comunale accusano il sindaco di avere improntato una gestione all’insegna del personalismo, scavalcando gli stessi assessori, di non aver neppure visto il bilancio del 2019, di aver appreso di decisioni importanti dai media e dalle voci di paese.

Insomma la vicenda di Gianni Spotorno è stata presa come palla al balzo per abbandonare la giunta e la maggioranza comunale, una maggioranza che ormai non c’è più anche in Consiglio comunale.

Davide Delbono è assessore a Pubblica Istruzione, Servizi alla Persona, Rapporto con le Associazioni, Cooperazione Internazionale.

Giulia Moretti è assessore con delega delle funzioni relative a: Famiglia e Infanzia, Abbattimento Barriere Architettoniche, Pari Opportunità, Cittadinanza Attiva.

Ora per il sindaco Mattia Fiorini le cose si fanno alquanto complicate, con diversi scenari possibili: voto anticipato oppure un “patto” con le minoranze per evitare il caos amministrativo.

Intanto prende forma la presunta truffa perpetrata ai danni delle famiglie spotornesi, si parla di oltre 5 mln di euro. Per tanti sono i risparmi di una vita, famiglie umili che avevano messo via con fatica qualcosa in vista della vecchiaia o per i figli e non trovarsi nulla non è stato piacevole. Per questo a molti non è parso opportuno che il sindaco su Facebook nell’annuncio delle dimissioni di Spotorno lo abbia ringraziato e lodato senza nessun riferimento ai cittadini colpiti.

E le opposizioni incalzano: “Come gruppi di minoranza siamo intenzionati a chiedere che il Comune apra uno sportello con l’assistenza di un legale e un promotore finanziario per aiutare i cittadini in difficoltà in questa situazione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.