IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Speciale Torneo delle Regioni 2019: i Giovanissimi piegati dal tris toscano

Lo speciale Settore Giovanile del Ct Vaniglia

Niente da fare per l’ennesima volta. Anche in questa occasione le semifinali si sono dimostrate ancora proibitive per i nostri colori che non riescono a traguardare, seppur avvicinandosi gradualmente nell’ultimo triennio, l’obiettivo tanto sognato: disputare una finalissima e magari rivincere quell’unico oro conquistato nel lontano 1976 con gli allievi di Gianfranco Stoppino.

E’ toccato ai giovanissimi di Rusca abbandonare le speranze di fronte alla strapotere di una Toscana che, come avevamo largamente anticipato, è apparsa di un altro pianeta sotto tutti i profili. Hanno deciso l’incontro le reti di Francesco Ongaro (ne sentirete parlare in futuro) al 31°, abile a sfruttare una punizione di Quilici (si sapeva della sua capacità realizzatrice e si era messi in guardia dal pericolo rappresentato dal capocannoniere della categoria con ben 6 centri), di Ciotola ti testa su angolo al 45° e di Ammendola al 70° in pieno recupero. Il passivo avrebbe potuto anche essere maggiore se a sbarrare la strada agli attacchi dei ragazzi di Chiti non ci fosse stata la grande vena del portierone savonese Davide Tirio, già autore della parata nell’ultimo penalty della vincente serie contro l’Abruzzo disputata nei quarti. Un plauso va dato a tutto il gruppo e specialmente ai numerosi selezionati provenienti dai vivai ponentini.

Stesso destino per l’Umbria, che come la Liguria, in virtù di un girone non proprio irresistibile dove era passata per seconda prendendo quattro scoppole dalla Toscana, grazie ai rigori vinti sulla Sicilia era giunta addirittura in semifinale trovando però ad attenderla la Lombardia che le ha servito un poker che non lascia spazio ad equivoci.

La finale del Torneo delle Regioni per la categoria Giovanissimi sarà pertanto disputata domani tra la Toscana (che torna in finale dopo un anno di assenza e può riprendersi quel titolo vinto nel 2017) e la Lombardia ( che torna a giocarsi il tricolore di categoria dopo la fortunata esperienza del 2016), un match che si preannuncia spettacolare ed emozionante. avvincente nella giornata di domani alle 9.00 sul terreno di gioco dello Stadio “Capo I Prati” di Fiuggi.

In sede di pronostico credo che la sfida verrà decisa dalle giocate dei due bomber di nome Francesco: Ongaro e Zambelli, rispettivamente primo e secondo nella classifica dei cannonieri, anche se i toscani in questo tipo di gare hanno sempre qualcosa in più.

Manca il fortissimo Lazio padrone di casa, protagonista indiscusso delle ultime edizioni, uscito ai rigori nei quarti dove è stato eliminato dalla Lombardia che nei tempi regolamentari è riuscita nell’impresa di rimontarlo per due volte l’ultima delle quali a due minuti dal termine. Avendo potuto visionare varie partite e analizzare i riflessi filmati di tante altre credo che questo sia il trio che merita di rimanere negli annali della manifestazione.

La nostra Liguria ha terminato il suo percorso a testa alta e siamo certi riproverà ancora ad alzare la coppa “proibita” partendo proprio da questo lusinghiero terzo posto ex aequo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.