IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona ottiene il riconoscimento di “Città di antica ed affermata tradizione ceramica”

A pochi giorni dall'inizio della quattordicesima edizione del Festival della Maiolica

Savona. A pochi giorni dall’inizio della quattordicesima edizione del Festival della Maiolica, Savona ottiene il riconoscimento di “”Città di antica ed affermata tradizione ceramica”.

Il 16 aprile 2019 si è tenuta a Roma una importante riunione del Consiglio Nazionale Ceramico, l’organo istituito presso ministero dello sviluppo economico che ha il compito di applicare la legge 188 del 1990 per la gutela della ceramica artistica e tradizionale e della ceramica di qualità, legge in seguito alla quale è stata creata nel 1999 l’Associazione Italiana Città della Ceramica – AiCC.

Nel corso della riunione, il Consiglio Nazionale Ceramico ha dato risposta positiva alle domande e ai dossier inviati da sei comuni italiani: oltre a Savona sono state promosse le città di Appignano (Macerata), Calitri (Avellino), Celle Ligure (Savona), Città di Castello (Perugia) e Monreale (Palermo).

I sei Comuni hanno dichiarato l’intenzione di aderire al più presto all’Associazione Italiana Città della Ceramica, alla quale hanno testimoniato gratitudine per la fiducia ed il supporto assicurato nella presentazione della domanda: oggi sono quindi 46 le Città della Ceramica, allargando così il raggio d’azione di AiCC sul territorio nazionale.

Ilaria Caprioglio, sindaco di Savona, commenta: “Il secolare rapporto che lega Savona alla ceramica è il frutto, nel tempo, di una propizia combinazione di circostanze, dalla disponibilità delle materie prime necessarie alla realizzazione dei manufatti . A questi si aggiunge la capacità degli artigiani di trasmettere quelle conoscenze che oggi vengono ufficialmente riconosciute dal Consiglio Nazionale Ceramico. Siamo molto soddisfatti di poter dare maggior visibilità alla città e agli artigiani del nostro territorio; ciò conferma, inoltre, che il Museo della Ceramica, a Palazzo Gavotti, è una realtà sempre più importante e non solo per le collezioni presenti ma anche grazie ai laboratori dotati delle più recenti tecnologie”.

Federico Delfino, presidente della Fondazione Museo della Ceramica aggiunge: “Il riconoscimento ottenuto da parte dell’AiCC consente al nostro territorio di entrare in un network importante per far conoscere il nostro patrimonio artistico e le manifatture, centri di eccellenza di grande valore, che meritano di essere portare all’attenzione e che, grazie a questo riconoscimento, potranno anche beneficiare di una spinta propulsiva di crescita”.

“Diamo il benvenuto con grande piacere a queste sei città – dichiara Giuseppe Olmeti, Segretario e Coordinatore di AiCC – complimentandoci per l’importante risultato ottenuto. La rete delle Città Italiane della Ceramica diventa sempre più grande e sarà nuova forza ai progetti futuri e a quelli in essere, tra cui ‘Buongiorno Ceramica’, la festa diffusa della ceramica italiana, che si terrà in tutta Italia il 18 e 19 maggio 2019, e ‘Grand Tour’, la mostra di rappresentanza di AiCC, che dal 2014 ha viaggiato attraverso l’Italia e l’Europa e che dal 20 aprile farà tappa in Sicilia, nelle 4 città socie di AiCC. Oggi siamo 46 città e abbiamo una maggiore forza anche nell’ambito della progettazione europea, che portiamo avanti anche come AEuCC (Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale Città della Ceramica). Sono due i progetti in corso, Cerasmus+ (programma Erasmus+) e CLAY (Interreg Europe), e altri sono in corso di definizione e preparazione, con l’obiettivo di valorizzare e creare opportunità di sviluppo per la ceramica artistica e artigianale italiana ed europea”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.