IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, l’avvocato Nicodemo Gentile incontra gli alunni del Liceo Chiabrera Martini foto

Si svolgerà un seminario, rivolto agli studenti e condotto dal legale penalista del Foro di Perugia, che avrà ad oggetto il fenomeno del femminicidio e della violenza sulle donne

Savona. Il noto Avvocato Nicodemo Gentile incontra gli studenti del Liceo Chiabrera Martini di Savona all’interno del progetto di Cittadinanza e Costituzione. L’appuntamento è fissato per lunedì 15 aprile, dalle ore 9 alle ore 13, presso l’Aula Magna dell’istituto superiore dove si svolgerà il seminario, rivolto agli studenti e condotto dal legale penalista del Foro di Perugia, che avrà ad oggetto il fenomeno del femminicidio e della violenza sulle donne.

L’incontro aprirà una riflessione per trattare il tema dei “manipolatori affettivi” e delle tematiche che attengono a quanto previsto dalla normativa in tema, con le ultime evoluzioni ed aggiornamenti del diritto, nella consapevolezza di come, la conoscenza di tutte le dinamiche connesse a questi fenomeni di grande attualità, sia un elemento determinante per fare prevenzione soprattutto tra i giovani. I referenti di tale progetto del Liceo Chiabrera Martini sono il Prof. Sergio Lanza, la Prof. Cristiana Rossi e la Prof. Patrizia Caligaris.

Nato a Cirò nel Crotonese, Nicodemo Gentile, notissimo avvocato cassazionista, ha presenziato ai più importanti processi di rilevanza nazionale, tra i quali il processo per l’omicidio di Meredith Kercher, quello di Melania Rea ed il delitto della contessa dell’Olgiata. In qualità di difensore di parte civile ha celebrato i processi per gli omicidi di Sarah Scazzi, dei fidanzati di Pordenone (Trifone e Teresa), di Roberta Ragusa e di Guerrina Piscaglia.

“Ha raccontato le tante storie dei femminicidi di cui sentiamo parlare tutti i giorni. Quali sono le cause e quali dinamiche hanno portato a questi efferati eventi? Qual è la differenza tra la gelosia ed il possesso? Si tratta di “manipolatori affettivi”, ovvero persone che cercano di isolare le loro vittime da ogni contatto con amici e parenti e le distolgono dalle normali attività quotidiane (come lo sport e gli interessi di qualsiasi tipo) alla ricerca di un rapporto esclusivo, assoluto. Nicodemo Gentile, ospite dei maggiori programmi televisivi che si occupano di crimini e cronaca nera (Quarto Grado su Rete 4, e Chi l’ha visto su Rai 3), sta visitando le principali città italiane per testimoniare il suo lavoro di Avvocato, per condividere le sue esperienze, per incontrare e confrontarsi con i giovani degli Istituti Secondari di Secondo Grado e con tutte le persone che affollano i suoi seminari, le sue conferenze e le presentazione dei suoi libri. Lo fa con stile, con grande semplicità e umanità ed in modo diretto ed efficace. I giovani hanno bisogno di essere informati e sensibilizzati su queste importanti tematiche che coinvolgono giorno dopo giorno la loro realtà” spiegano dal Liceo Classico.

“Ed è questa la cosa in assoluto che si apprezza di più di questo Avvocato che fa del proprio lavoro una vera e propria missione per supportare le fragilità dei giovani d’oggi. Un uomo che vale la pena di conoscere e di ascoltare, così come vale la pena leggere i suoi libri. Dopo il primo lavoro “Laggiù tra il ferro”, l’Avvocato ha scritto il suo secondo libro “Nella terra del niente – Storie di scomparse, storie di famiglie”. Questo testo racconta, con toccante sensibilità, storie di persone scomparse, tema cui Nicodemo Gentile è molto legato anche per essere il legale dell’associazione “Penelope Italia” attiva nel sostegno dei familiari delle persone scomparse. Il seminario di lunedì mattina ha altresì il fine di far iniziare tra i giovani coinvolti una riflessione che deve continuare a crescere e creare una consapevolezza attenta al fine di stilare un decalogo degli elementi rivelatori del comportamento di questi temibili soggetti. Una vera occasione di crescita e di confronto attivo su tematiche importanti” concludono gli organizzatori.

“Si può stare ai margini, applaudire gli altri, oppure essere protagonisti della propria vita” ha lasciato come messaggio Nicodemo Gentile ad alcuni studenti incontrati pochi giorni fa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.