IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“RischiaPietra”, tante risate e zero politica: successo per la serata benefica fotogallery

La rivisitazione del telequiz di Mike Bongiorno realizzata da Pulp in Val Maremola è stata molto apprezzata dai cittadini che hanno affollato il teatro comunale

Pietra Ligure. Una serata “mai vista” e chi pensava di ascoltare i candidati parlare di programmi e progetti per la Pietra del futuro è rimasto sicuramente deluso. Chi invece ha capito lo scopo della serata si è sicuramente divertito nello scoprire quanto sia esperta Paola Schiaffino di Harry Potter o nel vedere Sara Foscolo e Luigi De Vincenzi tentennare nelle risposte su Vasco e Guccini.

"Rischiapietra", serata di risate e divertimento

Pulp in Val Maremola, che ha organizzato l’evento, ha affinato il meccanismo (anche se cronometro e contanti hanno fatto le bizze tutta la sera) regalando al pubblico una scenografia incredibile, una giuria “inguardabile” e addirittura un “monsignore” nelle vesti del valletto di Malta.

I momenti clou della serata sono stati sicuramente le insofferenze dei concorrenti: De Vincenzi su tutti ha più volte minacciato di lasciare la cabina in polemica con il tabellone reo, secondo l’attuale vicepresidente del consiglio regionale, di riservargli solo dei “rischia” e mai dei “jolly”.

Per tutti quelli che si sono persi la serata al cinema teatro comunale, quasi esaurito, è possibile rivederla integralmente qui sotto.

La risposta che più ha fatto sobbalzare il pubblico è stata dell’onorevole Sara Foscolo: alla domanda su quale fosse il formaggio utilizzato per la focaccia di Recco ha risposto “Crescenza” e il pubblico ha rumoreggiato quando Notaio e Signor No hanno convalidato anziché rilevare l’errore come chiedevano a gran voce i cultori della ricetta protetta che prevede la prescinsoa.

Anche Paola Schiaffino, facente funzioni del candidato Giovanni Zanelli, ha faticato con gli ingredienti del pesto e, nonostante conoscesse la data di inaugurazione dei cantieri, non ha azzeccato la risposta alla domanda “In quale anno è iniziata la costruzione dei cantieri”.

La sorpresa della serata è stato invece Don Giancarlo Cuneo che si è prestato a fare il valletto portando le famigerate buste, ma sopratutto ha convinto il pubblico quando alla risposta sbagliata data da De Vincenzi su cosa ci fosse nelle aree dei cantieri prima della costruzione e alle successive polemiche ha sbottato: “Era roba nostra”.

Alla fine tutti perdenti e tutti contenti con i candidati in versione cantante.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.