IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Mai replica a Cangiano: “Mancato arrivo dei finanziamenti per l’alluvione 2014? Colpa del Pd al Governo”

"La Lega al governo ha chiaramente dimostrato che se c'è la volontà di aiutare i territori, lo si può fare"

Regione. “È vergognoso da parte dell’amministrazione comunale di Albenga rievocare il mancato arrivo dei finanziamenti per i danni alluvionali 2014 attribuendomene la colpa. I fatti li smentiscono perché è emerso chiaramente che la responsabilità fu in capo al Governo di allora, targato Pd”. Lo ha dichiarato oggi l’assessore regionale all’Agricoltura Stefano Mai (Lega) replicando alle affermazioni dei rappresentanti della giunta albenganese sulla partecipazione al bando 5.1 del Programma di sviluppo rurale della Regione Liguria (Psr).

“Voglio ricordare – ha aggiunto l’assessore Mai – che all’epoca il Governo di centrosinistra stanziò solamente un milione di euro a fronte di danni per circa 16 milioni di euro. Oppure che a fronte di 2 milioni di euro di richiesta danni per la siccità, erogarono solamente 15mila euro. Per i danni ai muscolai addirittura non stanziarono nulla. I ‘famigerati fondi’ della Protezione Civile per le aziende agricole, non li vide mai nessuna Regione. Lo dimostra anche il fatto che le procedure tecniche per permettere alla Protezione civile di erogare aiuti di Stato all’agricoltura, sono in itinere solamente in questo momento”.

“La Lega al governo ha chiaramente dimostrato che se c’è la volontà di aiutare i territori, lo si può fare. Anche in questo caso a parlare sono i fatti. È stato infatti stanziato un miliardo di euro dopo il tragico crollo del Ponte Morandi e circa 333 milioni di euro per gli eventi calamitosi di fine ottobre scorso. Per quanto attiene al bando Psr misura 5.1, onestamente mi sono stupito molto che il Comune di Albenga abbia optato per un progetto di soli 2 milioni e mezzo di euro, quando sbandierava a tutti di averne uno cantierabile da 4 milioni. Essendoci sul piatto 3 milioni e 900mila euro, credevo che avrebbero partecipato al bando con l’intero progetto, e come ho sempre detto, diviso in stralci e lotti funzionali. Il lato positivo è che altri Comuni liguri hanno partecipato a questo bando e quindi con buone probabilità si vedranno assegnare il contributo, se tecnicamente i progetti saranno ammissibili. Inoltre, considerato che questo è uno dei pochi bandi che non è andato in ‘overbooking’, rimangono almeno ancora 700mila euro che saranno oggetto di un ulteriore bando in futuro” aggiunge l’assessore regionale.

“Attendevo da molto tempo che si concretizzasse per il territorio del Comune ingauno la possibilità di mettere in sicurezza i corsi d’acqua. Per quello che mi riguarda ho fatto tutto il possibile e continuerò a farlo, per il bene della Piana di Albenga e delle aziende agricole che hanno già troppo sofferto. Per questo motivo sono costantemente al lavoro per recuperare ulteriori risorse” conclude Stefano Mai.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.