IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Loano, ospite di residenza protetta morì gettandosi nel vuoto: 2 rinvii a giudizio e un’assoluzione

Secondo la Procura la tragedia si poteva evitare adottando una serie di contromisure: a processo finiranno un medico e la legale rappresentante dell'istituto religioso che gestisce la struttura

Più informazioni su

Loano. Sono accusati di omicidio colposo perché, secondo la tesi della Procura, non avrebbero adottato tutte le precauzioni necessarie ad impedire che, nell’agosto 2015) un ospite di 77 anni della resistenza protetta “La Presentazione” di Loano si togliesse la vita lasciandosi cadere nel vuoto da una finestra.

Per questo un medico della struttura, C.G., e la legale rappresentante dell’istituto religioso “Congregazione Figlie della Presentazione di Maria Santissima al tempio” (che gestisce la residenza protetta), M.S., sono stati rinviati a giudizio dal gup Francesco Meloni che ha fissato l’inizio del processo per il prossimo ottobre.

Il pubblico ministero aveva chiesto il rinvio a giudizio anche per una terza persona, il responsabile sanitario della struttura, V.D.G., assistito dall’avvocato Paolo Foti, che però ha chiesto di essere giudicato con un rito abbreviato ed è stato assolto “per non aver commesso il fatto” da ogni accusa.

L’ipotesi degli inquirenti è che la morte dell’anziano, U.U., poteva essere evitata adottando una serie di interventi strutturali, di vigilanza, terapeutici e di contenzione. Provvedimenti che, questa la contestazione della Procura, dovevano essere adottati alla luce del fatto che l’ospite della residenza protetta soffriva di depressione ed aveva già tentato di togliersi la vita in altre due occasioni (una il mese prima e l’altra pochi giorni prima della tragedia). Di qui le accuse mosse al medico della struttura (assistito dall’avvocato Barbara De Stefani) e alla legale rappresentante dell’istituto religioso (assistita dall’avvocato Carlo Rusconi).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.