IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’inaugurazione del 1° Memorial Carlo Pizzorno: quando il calcio regala approfondimento ed emozioni

Lo speciale Settore Giovanile del ct Vaniglia

Ha avuto un grande successo ed unanimi consensi la serata svoltasi mercoledì 24 aprile 2019 al Teatro Chebello (a partire dalle ore 20:30) in occasione della presentazione ufficiale del 24° Torneo Internazionale Città di Cairo Montenotte.

L’ASD Cairese 1919 ha organizzato per porgere omaggio all’ideatore del famoso evento sportivo giunto alla 29^ edizione, Giancarlo Pizzorno, un incontro a tema ad ingresso libero dal titolo “I segreti del calcio giovanile : come allenare e  osservare i giovani talenti”.

Al fine di dare ulteriore risalto alla manifestazione incoraggiata dall’amministrazione pubblica cittadina (con il sindaco Paolo Lambertini in prima fila), sono stati chiamati dal Direttore Franz Lauretti, in qualità di ospiti d’onore, personaggi di grande spessore, quali il procuratore sportivo Jean-Christophe Cataliotti, il giornalista di Mediaset Paolo Bargiggia, il tecnico giramondo Sergio Soldano e il preparatore atletico prof. Giorgio Caviglia.

Grazie all’appeal della brillante moderatrice Giorgia Scalise, che ha incalzato gli esperti con domande centrate sull’argomento ed arricchite dalla innata curiosità intellettuale della giornalista, i relatori hanno puntualmente e simpaticamente risposto meritandosi l’attenzione e gli applausi a scena aperta della folta ed interessata platea intervenuta.

Si è parlato di metodologie di allenamento, si sono messe meglio a fuoco le nuove figure che stanno nascendo per accompagnare e sviluppare la crescita del talento, sono state pronunciate ricette e dispensati consigli per riportare il movimento calcistico dei vivai nazionali sugli standard che gli competono per tradizione e cultura.

C’è stato spazio anche per tanta sincera commozione, sia in apertura nel ricordare la grandiosa opera di talent scout di Mino Favini, il “mago di Meda”, pilastro dell’Atalanta, che in conclusione, quando sul palco sono stati invitati e premiati Roberto e Franco Pizzorno che hanno dedicato il riconoscimento all’indimenticabile padre recentemente scomparso.

Per tutti quelli che hanno avuto la fortuna e l’onore di conoscerlo ed apprezzarlo (tra cui lo scrivente, suo sincero amico) è stato come un tuffo al cuore. Speriamo che tra i campioncini classe 2005 che si esibiranno nel torneo sino al 28 aprile possa emergere il Kean di turno (anche se, come spiegato durante l’incontro le possibilità non sono così alte: messaggio per i genitori), ma prendiamo consapevolmente atto che sarà quasi impossibile ritrovare la passione, il dinamismo, l’umanità, che contraddistinguevano la grande anima di Carlo Pizzorno, che ci ha salutati lasciandoci un’eredità enorme da portare sulle spalle.

Un grazie sentito e sincero a chi conscio dell’impresa sta cercando di portarla avanti!

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.