Le giovani ballerine dell’Accademia di Savona con l’étoile Lorena Baricalla a Monte-Carlo - IVG.it
Danza classica

Le giovani ballerine dell’Accademia di Savona con l’étoile Lorena Baricalla a Monte-Carlo fotogallery

Quarta edizione dell'evento degli esami internazionali della Méthode Russe

Le giovani ballerine dell’Accademia di Savona a Monte-Carlo

Savona. Le giovani ballerine dell’Accademia di Savona hanno partecipato a Monte-Carlo, sabato 13 e domenica 14 aprile, all’evento 2019 degli esami internazionali di danza classica della Méthode Russe de Monte-Carlo de Lorena Baricalla nel prestigioso Espace Léo Ferré, in presenza di personalità della danza, dell’arte e della cultura.

Questa quarta edizione è stata realizzata in collaborazione con l’Amie, l’Association Inspiration Enfance di Monaco, ed è stata prodotta dalla PromoArt Montecarlo Production, sponsor principale dell’evento.

La Méthode Russe de Monte-Carlo de Lorena Baricalla nasce dall’esperienza artistica e pedagogica dell’étoile e coreografa internazionale Lorena Baricalla secondo la tradizione russa che si è sviluppata a Monte-Carlo ad inizio ‘900 con la creazione dei Balletti Russi di Diaghilev.

Originaria di Monaco, Lorena Baricalla si è diplomata col massimo dei voti presso l’Accademia Principessa Grace di Monte-Carlo con la nota maestra russa Marika Besobrasova. Ha danzato i primi ruoli presso i Balletti di Monte-Carlo, da Il Figliol Prodigo di Balanchine a Marco Spada con Rudolf Nureyev ed ha sviluppato una carriera in 35 paesi nel mondo. Proseguendo in parallelo la sua carriera di artista prodotta dalla PromoArt Montecarlo Production, Lorena Baricalla ha creato la “Méthode” per sostenere i giovani ballerini e le scuole di danza.

Attualmente sono Affiliate alla Méthode scuole in Italia, Monaco e Francia. Creata meno di tre anni or sono la Méthode si sta diffondendo e l’ultima scuola cffiliata è situata in Nuova Caledonia. L’Accademia di Savona è naturalmente un centro privilegiato nel lavoro sulla Méthode in quanto Lorena Baricalla cura anche la supervisione artistica della storica accademia savonese fondata quasi 50 anni orsono.

La Méthode non rappresenta soltanto un insieme di regole della danza classica ma è prima di tutto una visione. L’idea innovativa è di aver creato una accademia globale fornendo alle scuole affiliate un programma accademico di Formazione basato su criteri internazionali.

La Méthode forma al professionismo o a livelli amatoriali di qualità. Sistema di valutazione unico permette di situare l’allievo nel panorama internazionale della Danza Classica secondo 14 livelli di studio.

Per di più la Méthode si basa su un training di sviluppo completo di corpo-mente-anima dell’atleta/artista, utile all’equilibrio emozionale ed al benessere di ogni individuo.

Momento di confronto ed interazione fra i giovani provenienti da città e paesi diversi, l’evento degli esami ha scopo educativo e pedagogico e vuole trasmettere loro i valori dell’arte, della cultura e della danza, simbolo di rigore e disciplina, attraverso esempi positivi.

Una selezione di numerosi candidati provenienti dalle scuole affiliate alla Méthode in Italia, Monaco e Francia ha partecipato agli esami 2019.

Un momento importante per le giovani ballerine dell’Accademia di Savona che hanno potuto confrontarsi con altre ballerine e ricevere preziosi insegnamenti durante i due giorni.

La prima giornata del 13 aprile ha infatti previsto uno stage di perfezionamento su scena con Lorena Baricalla mentre il 14 aprile si sono tenuti gli esami internazionali seguiti da un breve spettacolo con tutti i partecipanti.

Le lezioni del sabato e della domenica sono state accompagnate al pianoforte da Imelda Cartwright, pianista dei Balletti di Monte-Carlo.

Le giurie della Méthode sono sempre composte da étoiles della danza: quest’anno con l’étoile Lorena Baricalla vi è stato Daniel Agesilas, étoile del Russillo Ballet, suo partner nella Bisbetica Domata creata da Joseph Russillo ai Balletti di Monte-Carlo. Per di più Agesilas ha diretto per 12 anni il Conservatorio Nazionale della Danza di Parigi. Presente anche l’étoile della Scala di Milano Anna Razzi, già direttrice della Scuola del Teatro San Carlo di Napoli per 15 anni.

Solo giurie di stelle è sempre stata una scelta: nel 2016 erano presenti con Lorena Baricalla i suoi partner Marco Pierin, étoile della Scala di Milano e Randy Diamond, étoile al Balletto di Stoccarda. Nel 2017 Eric Vu An, étoile dell’Opera di Parigi, suo partner ai Balletti di Monte-Carlo in Sheherazade, e l’étoile Luciana Savignano della Scala di Milano.

Nel 2018 Jozef Varga, attualmente étoile presso l’Het National Ballet ad Amsterdam, il quale ha danzato nelle coreografie di Lorena Baricalla per gli spettacoli prodotti dalla PromoArt Monte-Carlo; e l’étoile e coreografo Toni Candeloro, ospite di compagnie internazionali quali il Balletto di Cuba, specialista del repertorio dei Balletti Russi di Diaghilev.

L’evento 2019 è stato sostenuto da Azimut Yacht Francia quale Gold Supporting Partner e dai Benefactor Partner BMP Study & Consulting Lugano di Gabriele Moleti e dal fashion brand Nordic Angel di Marketa Hakkinen, ed ha beneficiato del sostegno di Fil Rouge BMG Prod.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.