IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il corto “Una favola per la natura” del savonese Stefano De Felici vince all’Aqua Film Festival foto

Il video tratta di tutela della biodiversità e salvaguardia degli spazi naturali

Più informazioni su

Savona. Il cortometraggio “Una favola per la natura” del regista savonese Stefano De Felici, che tratta di tutela della biodiversità e salvaguardia degli spazi naturali, viene riconosciuto con un prezioso premio “Sorella Aqua – Aquafilmfestival 2019” dalla massima istituzione didattica sul cinema in Italia: Il Centro Sperimentale di Cinematografia.

De Felici ha ritirato l’ attestato dalle mani del Preside del Csc Adriano De Santis ed ha ascoltato la motivazione letta dall’attore Lorenzo Flaherty sul palco della sala Mastroianni della Casa del Cinema di Roma: “Per averci mostrato mediante una bella fiaba che un altro mondo è possibile. Per la dolcezza delle immagini che raccontano con intuito e leggerezza l’ambiente da salvaguardare e in cui vivono spensierati tutti i suoi abitanti”.

Il cortometraggio “Una favola per la natura” è stato ritenuto il migliore nella sua categoria dalla giuria composta anche dallo scrittore e sceneggiatore Antonio Manzini, il saggista, scrittore e regista Luca Raffaelli, il regista Mimmo Calopresti, l’esploratore e fotografo subacqueo Alberto Luca Recchi, l’attrice Chiara Francini, Hélène El Missouri della fondazione Prince Albert II de Monaco e Rosalba Giugni, presidente Marevivo.

stefano de felici

“E’ un riconoscimento importante per la nostra realtà professionale e creativa – afferma Stefano De Felici – con la nostra associazione ‘Dietrolequinte’ sono più di 10 anni che realizziamo progetti che ci piacerebbe aiutassero a mettere a fuoco alcuni segnali che la nostra società ci invia .La tutela degli spazi naturali ci sembra una di quelle urgenze che non è possibile ignorare, sia umanamente che professionalmente. Poter parlare ai giovanissimi con questo cortometraggio, durante le proiezioni nei festival o negli incontri pubblici di come le ‘città infinite’ stiano togliendo il fiato alla natura e alla vita stessa e di quello che si può fare per evitarlo mi da speranza. Perchè mi sembra che i giovani studenti abbiano capito il paradosso mortifero in cui ci siamo andati a cacciare”.

“Ben venga un po’ di sovraesposizione mediatica sul tema ecologia se può aiutare a far riflettere e magari cambiare idea ad alcuni politici – prosegue De Felici – Proprio in relazione a zone naturali del savonese si sta discutendo un Decreto Legge Regionale (ddl 210 ‘Modifiche sulle aree protette e sulla tutela della biodiversità’) che metterà in discussione la riduzione dei confini di alcuni tra i parchi più importanti, le associazioni ambientaliste (Wwf, legambiente, Cai…) sostengono si metta a rischio più di 1000 ettari di natura”.

La nuova tappa del tour cinematografico di “Una favola per la natura” sarà al Valsusa Film Festival dove verrà proiettato tra il 18 e il 27 aprile a Condove, Chianocco, Chiomonte e al Polo del 900 di Torino.

Il cortometraggio è visionabile a questo link.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.