IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Finale Ligure, verde e raccolta differenziata: botta e risposta tra Gualberti e Frascherelli

Polemica da campagna elettorale tra due dei cinque sfidanti

Finale Ligure. E’ scontro aperto a Finale Ligure su raccolta rifiuti, dati sulla differenziata e verde, con un botta e risposta tra il candidato sindaco del centrodestra Massimo Gualberti e il sindaco Ugo Frascherelli, in corsa per un secondo mandato.

Dopo il primo affondo di Gualberti è arrivata a stretto giro la replica del primo cittadino finalese: “”Mi stupisce che chi ha fatto l’assessore in passato ora critichi le azioni che forse avrebbe dovuto fare quando ne aveva la possibilità e la responsabilità”.

“Sulla differenziata è quasi imbarazzante quello che dice il candidato Gualberti. E’ davvero incredibile che la percentuale del 76%, che pochi Comuni hanno raggiunto, possa essere in qualche modo smentita ed interpretata in modo ingannevole. Percentuali aumentate e spese diminuite, anziché complimentarsi con chi ha lavorato con impegno e dedizione (e non parlo di noi amministratori ma dei direttori e dei loro funzionari) si arrampica sugli specchi maldestramente”.

“Con la sua precedente amministrazione Varigotti era diventata una variopinta cittadina di cassonetti sparsi in ogni angolo. Con le nostre artistiche isole intelligenti abbiamo recuperato decoro ed immagine, a detta di tutti, lui escluso. Lo stesso a Marina. Dalle profumatissime isole ecologiche interrate del suo passato ad ordinate isole intelligenti, anche qui con foto artistiche degne della bella Finale. Il buon candidato ha la memoria più che corta”.

Ma la replica arriva anche per il verde: “Mentre tutti prendono d’esempio la gestione del Verde finalese lui lo contesta. La problematica dei pini di via Dante, ignorata dalle precedenti amministrazioni perché evidentemente fastidiosa da affrontare, è stata da noi gestita coraggiosamente, saggiamente e con lungimiranza. Eliminare i pericoli, creare le condizioni di sicurezza, evitare di sprecare denari pubblici ora avendo già un progetto di riqualificazione di via Dante che ne attende il finanziamento. Questa la logica portata avanti dall’amministrazione. Sul caso specifico del parco gioco invece mostra ulteriore disattenzione e poca conoscenza dell’azione posta in essere”.

“L’abbattimento si è reso necessario non per problemi radicali ma per le errate potature del passato che lo hanno reso instabile. Un pino da leppo, come quello appena messo, se ben gestito e curato, crea la giusta chioma, adatta ad un luogo di gioco, e la pavimentazione non ne risente se non dopo parecchi decenni (la pavimentazione avrà di certo vita più breve dell’alberatura)” conclude Frascherelli.

verde finale

Ma Gualberti non ci sta e attacca: “Il buon Ugo più che un sindaco pare un imbonitore, continua a ripetere la stessa solfa convincendosi sia vera. Spaccia un dato riferito ai primi tre mesi dell’anno, i meno frequentati, come un risultato d’eccezione. Sfrutta furbescamente lo smaltimento di abbattimenti di pini marittimi e palme per falsare i reali dati raggiunti. Incolpa me delle isole ecologiche interrate quando paradossalmente sono invece state realizzate dal suo attuale vicesindaco, Clara Brichetto”.

“Descrive una situazione idilliaca quando ad ogni angolo del paese ci sono cumuli di spazzatura, lamentele diffuse e disservizi di ogni genere. In nome della sua coerenza amministrativa pianta nuovi pini che altrove abbatte. Nessuna palma è stata aggredita durante l’amministrazione Richeri e lui, per colpa della sua inerzia, ne ha abbattute decine”.

“Più che arrampicarsi sugli specchi, Ugo e i suoi ghostwriter ci passano troppo tempo davanti, ma come la strega di Biancaneve, a breve, scoprirà di non essere per niente la più bella del Reame. Il modello Frascherelli di raccolta differenziata è demenziale, lo dimostrano i dati e gli umori dei cittadini, che evidentemente non ascolta e non ha mai ascoltato”.

“Quando scenderà dalla sua torre d’avorio, differenzieremo anche quella, la prossima amministrazione non ne avrà infatti bisogno” conclude il candidato sindaco del centrodestra.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.