IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Festa della Polizia a Savona, ecco la cerimonia al terminal crociere fotogallery

In corso le celebrazioni per la polizia di Stato: premi e riconoscimenti agli agenti in servizio

Savona. La lettura dei messaggi del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, del ministro dell’Interno Matteo Salvini e del capo della polizia Franco Gabrielli, ma anche la presenza di striscioni dei lavoratori di Piaggio Aerospace e di Bombardier (a rischio nel savonese almeno 2 mila posti di lavoro con l’indotto): così è iniziata al Palacrociere di Savona la cerimonia per la Festa della Polizia di Stato, alla presenza delle massima autorità civili e militari e di tanti sindaci e rappresentanti delle istituzioni.

festa polizia 2019

La celebrazione del 167esimo anniversario della polizia è iniziata alle 9, dal Monumento ai Caduti, nel cortile della Questura, alla presenza del Prefetto e del Questore dove sono stati resi gli onori ai Caduti della Polizia di Stato con la deposizione di una Corona d’Alloro.

A seguire un “Picchetto in Armi” ha reso gli onori previsti dal cerimoniale agli ospiti in arrivo al terminal crociere savonese dove si è svolta la cerimonia.

Dopo la lettura dei messaggi istituzionali, ha preso la parola il Questore Giannina Roatta: “E’ la mia prima festa da Questore e non la dimenticherò – ha esordito -. La Provincia di Savona è sana e operosa, sicura e vivibile. Un dato fondamentale, infatti, è la diminuzione sensibile del numero complessivo dei reati commessi in Provincia. I furti sono diminuiti quasi del 20 per cento, in controtendenza le truffe e le frodi informatiche perché viaggiano di pari passo con lo sviluppo della Rete, sempre più utilizzata. Non sempre la percezione di sicurezza però viaggia di pari passo con i numeri decrescenti dei reati, ma questo dipende anche dal degrado di alcune zone urbane”.

“Guardando alla provincia di Savona non possiamo anche rivolgere un pensiero alle numerose vertenze attive nelle aziende che soffrono la crisi. Siamo tutti vicini a questi lavoratori e ci auguriamo che possa risolversi positivamente la loro situazione” ha proseguito il Questore che ha aggiunto: “Il fatto che la sicurezza percepita non corrisponda al dato reale ci impone maggiore impegno sul territorio: esserci sempre è il nostro motto e l’impegno dei poliziotti savonesi è massimo, nonostante l’età anagrafica dei poliziotti sia alta. Sono state avviate assunzioni e bandi e quindi sono certa che la questura di Savona nei prossimi anni acquisirà nuova linfa”.

“Devo ringraziare i poliziotti che hanno permesso di raggiungere questi risultati positivi. Girando per i Comuni della Provincia ed incontrando i sindaci ho potuto apprezzare un forte rispetto verso la nostra istituzione. A volte non è semplice capire quale sia il lavoro del poliziotto e come la nostra amministrazione sia organizzata: è fatta di tante peculiarità che si intersecano, ma sicuramente la nostra è una missione animata da tanta passione, coraggio, rispetto e capacità di capire i bisogni della gente” ha proseguito il Questore.

“Quest’anno sono state spese tante energie nell’attività di prevenzione su tutto il territorio. Tutti i nostri reparti si sono distinti in questo senso: la Digos, ad esempio che ha garantito a tutti il diritto di manifestare nel rispetto dell’ordine pubblico, ma ha svolto anche attività anti terrorismo. Poi l’Ufficio di Gabinetto, cuore pulsante della Questura, che ha emanato tantissime ordinanze in ambito di ordine pubblico e, attraverso l’uso, ha promosso la cultura della legalità”.

Festa della Polizia

“E ancora le volanti e la sala operativa di Questura e commissariato di Alassio, che sono il biglietto da visita della polizia di stato, i poliziotti di quartiere, la Squadra nautica e la Squadra mobile che ha fatto molto per contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti come l’operazione “Piazza pulita” grazie alla quale sono state arrestate 8 persone. La squadra mobile ha operato anche in altre delicate operazioni (come quella sull’ambiente ad Alassio e quella del traffico di auto di lusso rubate all’estero)”.

“Voglio ricordare poi l’impegno degli uffici amministrativi e l’intensa attività delle specialità: polizia stradale, polizia ferroviaria, polizia marittima e di frontiera, polizia postale. Ringrazio, infine, le organizzazioni sindacali per il costante e corretto rapporto di collaborazione. C’è sempre stato un confronto dialettico e con il massimo rispetto anche in momenti difficili. E ancora, tutte le altre forze dell’ordine, con cui c’è massima sinergia e collaborazione così come con l’autorità giudiziaria” ha concluso il questore Roatta.

Dopo il discorso del Questore, prima di procedere alla consegna dei riconoscimenti per meriti di servizio, i presenti al Palacrociere hanno assistito alla recita di alcune poesie, alla lettura di alcuni brani ed alla performance di un soprano accompagnato da un chitarrista (coordinati dalla professoressa Arnaldi).

La Festa della polizia si è conclusa con la premiazione degli operatori che si sono particolarmente distinti in operazioni di Polizia Giudiziaria ed in attività di soccorso.

Festa della Polizia

Di seguito l’elenco completo dei premiati durante la cerimonia di questa mattina:

MEDAGLIA DI BRONZO AL MERITO CIVILE all’assistente capo coordinatore Franco Cattaneo in servizio presso il posto di polizia ferroviaria di Albenga che “con pronta determinazione, libero dal servizio, mentre si trovava sul marciapiede della locale stazione ferroviaria, interveniva in soccorso di un uomo che, improvvisamente, era caduto su un binario su cui era stato annunciato l’imminente transito di un Intercity. Si lanciava immediatamente sul malcapitato e, con grande sforzo, riusciva a metterlo in sicurezza pochi secondi prima dell’arrivo del treno” il 18 dicembre 2011 a Loano.

PROMOZIONE PER MERITO STRAORDINARIO (POSTUMA) alla qualifica di vice sovrintendente all’assistente capo Sergio Giaccardi, già in servizio presso il distaccamento di polizia stradale di Carcare perché in servizio di pattuglia stradale intercettava e fermava l’autore di una rapina in fuga sopra un’auto” il 5 gennaio 1993.

ENCOMIO AL sovrintendente Roberto D’Acquisto in servizio presso l’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico per aver salvato la vita ad un uomo colto da malore sulle piste da sci di Prato Nevoso il 10 aprile del 2016.

ENCOMIO AL sovrintendente capo Glauco Rabellino, al sovrintendente capo Leonardo Digilio e all’assistente capo coordinatore Alessandro Terrile, in servizio presso la squadra mobile, per aver concluso un’attività di polizia giudiziaria che ha permesso di arrestare l’autore di diverse rapine ai danni di istituti di credito il 7 luglio del 2016.

ENCOMIO all’assistente capo Marco Castellana in servizio presso il commissariato di Alassio per aver salvato una donna che, in evidente stato di alterazione psichica, minacciava di lanciarsi dal terrazzo del quarto piano di uno stabile di Alassio il 25 settembre del 2016.

Festa della Polizia

LODE all’ispettore capo Luca Taddeo, in servizio presso la sezione di polizia giudiziaria della Procura, al sovrintendente Alberto Passerini, in servizio preso la Digos, e all’assistente capo coordinatore Giancarlo Siri, in servizio presso la squadra mobile, per aver concluso un’operazione che consentiva di assicurare alla giustizia gli autori di alcune esplosioni di colpi di arma da fuoco in luogo pubblico il 15 aprile del 2016.

LODE all’ispettore superiore Maura Gagliardo, al sovrintendete capo Alessandro Gigliotti, in servizio alla squadra mobile, per l’attività di polizia giudiziaria che ha permesso di arrestare l’autore di diverse rapine ai danni di istituto di credito il 7 luglio del 2016.

LODE all’assistente capo coordinatore Valter Pastorino, in servizio alla polizia stradale di Savona per aver, mentre era libero dal servizio, salvato la vita di un uomo a seguito di un incendio propagatosi nella sua abitazione il 22 giugno del 2016 a Vado Ligure.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.