IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Confronti elettorali a Albenga, Finale, Varazze e Pietra: ecco il regolamento, tra gli intervistatori anche Libera

Tutti e quattro "sold out" in un'ora, a Varazze cambiata la location per permettere un maggiore afflusso

Provincia. Albenga, Finale, Varazze e Pietra Ligure. Ecco i “teatri” dei quattro confronti tra i candidati sindaci organizzati quest’anno da IVG: tutti in una settimana, dal 29 aprile al 6 maggio. Un “filotto” che si preannuncia rovente: tutte le location scelte sono andate esaurite in media nel giro di un’ora.

A Varazze è stato possibile ovviare al problema spostando materialmente il dibattito, sempre al Palazzetto dello Sport ma sul parterre anziché nella sala congressi: in questo modo, utilizzando le tribune, è stato possibile aumentare la capienza a circa 1000 posti. A Varazze quindi è ancora possibile prenotare un biglietto cliccando su questo link (al momento quelli già “staccati” sono quasi 600). Nelle altre tre cittadine, invece, il luogo scelto era già quello più grande disponibile sul territorio comunale: in questo caso, per chi è rimasto fuori, l’unica possibilità è collegarsi la sera del confronto alla pagina Facebook di IVG per seguire la diretta streaming.

Quattro confronti in sette giorni: una maratona con cui IVG.it si conferma mezzo di informazione leader in provincia di Savona della competizione elettorale. Il Vostro Giornale avrà un ruolo di moderatore: a porre domande ai candidati infatti non sarà solo IVG, ma anche le associazioni locali. L’obiettivo è dare vita a confronti “del territorio”, con le domande di chi vive ogni giorno i problemi grandi e piccoli delle quattro cittadine. Le realtà invitate saranno diverse per ogni serata, ma con una presenza “costante”: in tutti i dibattiti tra gli “intervistatori” ci sarà anche Libera, l’associazione presieduta da don Luigi Ciotti attiva nella lotta alle mafie e alla criminalità organizzata.

Sulla scia di quanto accaduto gli anni scorsi cercheremo di sottoporre i candidati a un confronto “serrato”, magari scomodo, su tutti i temi caldi della loro città. Per farlo, abbiamo scelto di imporre regole ferree, che mettano alla corda gli aspiranti sindaci. Tempi contingentati, repliche limitate, “picconate” del moderatore: tutti modi per valutare, al di là di programmi spesso simili tra loro, la “stoffa” dei candidati, le loro capacità di sintesi e di resistere alla pressione.

LE “REGOLE DI INGAGGIO”. I candidati risponderanno a turno alla medesima domanda formulata o dal giornalista di riferimento di IVG sul territorio o da un rappresentante della associazioni di categoria presenti in sala. L’ordine di risposta sarà sorteggiato dal moderatore per ogni domanda. Ciascun candidato avrà a disposizione 60 secondi di tempo per ogni risposta. Per due volte nell’arco della serata ciascun aspirante sindaco avrà la possibilità di chiedere 30 secondi aggiuntivi per completare la risposta.

Ogni candidato avrà inoltre a disposizione nell’arco della serata due repliche da 30 secondi ciascuna, da utilizzare per ribattere a quanto affermato da un avversario. Non mancherà poi quello che abbiamo battezzato “tiro incrociato”: ogni candidato avrà la possibilità per una volta durante la serata di porre una domanda a un avversario a scelta. Infine, i candidati potranno essere messi ulteriormente alla prova dalle domande che il pubblico invierà via Whatsapp o via Facebook alla nostra redazione.

exitpoll alassio2018 dibattito confronto

La novità del 2019: IL “FACT CHECKING”. Nel corso della serata, nei limiti del possibile, la redazione di IVG tenterà di verificare in tempo reale le affermazioni dei candidati: numeri, date e più in generale tutte le affermazioni per le quali sarà possibile passeranno al vaglio del tavolo del “fact checking”, rendendo meno semplice per gli aspiranti sindaci fare “sparate” facilmente smentibili.

L’EXIT POLL. Al termine, gli spettatori riceveranno una cartolina ed una penna per votare chi secondo loro sarà uscito vincitore dal confronto. Questi exit-poll rappresenteranno una sorta di “assaggio” in vista del vero impegno alle urne, e se pure saranno solamente un sondaggio dal valore relativo, permetteranno almeno di stabilire chi ha convinto di più durante la serata.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.