IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bergeggi, approvato il nuovo piano di emergenza comunale

Arboscello: "In questi anni passi da gigante in termini di prevenzione e sicurezza"

Più informazioni su

Bergeggi. Ultimo consiglio comunale utile ad approvare delibere straordinarie (dall’11 aprile i consigli comunali in scadenza di mandato potranno votare solo delibere urgenti e indifferibili) e ultimo colpo messo a segno dal sindaco Arboscello e dalla sua amministrazione.
 Nel corso del consiglio comunale, riunito sabato scorso a Bergeggi, è stato infatti presentato e votato il nuovo piano di emergenza comunale, frutto di un lungo lavoro e confronto tra amministrazione, volontari della Protezione Civile, i vari settori del comune rivierasco, il tecnico incaricato Roberto Bogni, con la collaborazione della Fondazione CIMA.


“L’approvazione del piano di emergenza comunale è la naturale chiusura di tutto un percorso voluto e intrapreso dall’amministrazione Arboscello riguardante la tematica del rischio idrogeologico e protezione civile – fanano sapere dal Comune -
 Fin dal momento dell’insediamento del 2014, anche a seguito della bomba d’acqua dell’agosto dello stesso anno caduta proprio su Bergeggi e dei molti eventi calamitosi subiti, Arboscello annunciò un particolare impegno in quella direzione che ha portato in questi anni a realizzare una serie consistente di interventi di mitigazione del rischio e di sistemazione di diversi rii: il potenziamento del gruppo comunale di Protezione civile sia in termini numerici che di dotazioni con l’acquisto di un nuovo mezzo, lo studio di fattibilità per una sede dedicata alla Protezione civile e al Centro Operativo Comunale, l’elaborazione dapprima di uno schema operativo da utilizzare in caso di emergenza ed ora la stesura di un vero e proprio Piano di emergenza comunale”.


“Un bel risultato quello raggiunto oggi – è il commento del sindaco – In questi 5 anni possiamo dire di aver reso Bergeggi più sicura ma soprattutto più pronta ad affrontare eventi calamitosi come quelli verificatesi in questi anni, che non ci auguriamo di certo ma con cui purtroppo dobbiamo imparare a convivere essendo sempre più frequenti. Oggi abbiamo approvato un piano con cui siamo pronti ad affrontare qualsiasi emergenza senza indugi, dove ognuno saprà con precisione cosa deve fare e quando, avendo assegnato competenze specifiche ad ognuno. Un gran bel lavoro di equipe, svolto da tutti i settori dell’amministrazione comunale con l’aiuto del dott. Bogni che ringraziamo per l’impegno e la competenza”.

“Essenziale il contributo della fondazione Cima, sia in termini di competenza ma soprattutto per aver svolto un gran lavoro di sensibilizzazione al problema, stimolando questo tipo di lavoro. In questi 5 anni ci siamo resi conto di quanto sia importante essere organizzati e pronti nel momento del bisogno, come ad esempio nel caso del grosso incendio su Bergeggi e Vado, la mareggiata di ottobre, la bomba d’acqua del 2014). Adesso sarà necessario proseguire su questa strada, modificando questo piano a seconda degli eventi o delle esigenze, rendendolo sempre attuale e funzionale” conclude Arboscello.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.