IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, sorpreso a cedere hashish ad un minorenne: arrestato dalla polizia municipale

Nei Giardini Paolo VI

Albenga. Ieri gli uomini della polizia locale di Albenga hanno arrestato S.A., marocchino di 24 anni, con l’accusa di spaccio di sostante stupefacenti.

A seguito dell’esposto presentato da alcuni cittadini, che hanno notato e segnalato movimenti anomali e la presenza di persone sospette in via Carloforte, gli agenti hanno effettuato in zona controlli mirati volti a contrastare proprio l’attività di spaccio. Tali controlli hanno consentito di individuare la presenza “assidua” del pusher, che perciò è stato sottoposto a monitoraggio costante.

Durante un pattugliamento nei giardini Paolo VI (dove lo spacciatore aveva trasferito la propria attività illegale proprio a causa dell’intensificarsi delle attività di controllo da parte della polizia locale) gli agenti hanno sorpreso il 24enne a cedere un quantitativo di hashish ad un cliente minorenne. Dopo averlo pedinato per qualche tempo, gli agenti hanno fatto scattare il blitz e lo hanno arrestato. Ad accrescere la gravità del suo comportamento c’è proprio la cessione di stupefacenti ad un minore.

Spiegano dal Comune di Albenga: “Questo episodio dimostra, se ancora ce ne fosse bisogno, come solo l’esperienza di una polizia territoriale che opera con la tecnica della prossimità (quindi con conoscenza profonda del territorio, dei volti delle persone residenti e non, dei meccanismi usati per la delinquenza da strada e dei suoi mutamenti e spostamenti) sia efficace nel tenere sotto pressione i soggetti che turbano la sicurezza urbana con reati che, anche se di medio/bassa gravità, sono in grado di produrre effetti devastanti per il tessuto sociale. Il fermo è frutto della sinergia tra esperienza degli operatori, del loro intuito e della costante formazione professionale nonché del potenziamento dei sistemi di videosorveglianza, capaci di fornire forte ausilio alla polizia giudiziaria nel monitorare i veloci spostamenti dei pusher da strada”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.