IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio, tre giorni di controlli: ritirate 5 patenti, sequestrate 12 auto, fermati due truffatori e due spacciatori foto

Tre fogli di via per possibili "topi d'appartamento", fermato un giovane che distruggeva vasi nei pressi del Carrefour

Alassio. Festività pasquali molto impegnative per i carabinieri di Alassio e per tutte le stazioni dipendenti della Compagnia alassina che, in questi giorni di festa, sono state continuativamente impegnate a presidiare il territorio considerato il notevole afflusso di turisti che hanno invaso la città del Muretto e le zone balneari.

Sono 250 in totale le persone identificate, 200 i mezzi controllati e 5 le patenti ritirate per guida pericolosa a cura dell’Aliquota Radiomobile. Dodici invece i mezzi rimossi e poi sequestrati perché parcheggiati in prossimità di passi carrabili oppure sprovvisti di copertura assicurativa. Tre i fogli di via per soggetti pregiudicati sorpresi mentre giravano per il centro di Alassio con fare sospetto e guardando con “interesse” alcune abitazioni, secondo i militari con l’intenzione di svaligiarle.

Nelle prime ore dell’alba, invece, i carabinieri di Villanova d’Albenga hanno notato la presenza strana di due giovani in macchina nel centro di Ortovero: nel corso dei controlli (sia sull’auto che nell’abitazione) hanno scovato quasi un etto di droga, tra hashish, marijuana, 2 grinder, materiale vario per il confezionamento, un bilancino di precisione e 120 euro che i militari ritengono frutto dell’attività di spaccio. Per i due giovani è scattato l’arresto per detenzione ai fini di spaccio.

carabinieri alassio marijuana

I carabinieri dell’aliquota radiomobile, nel pomeriggio di ieri, hanno dato esecuzione ad un provvedimento restrittivo emesso dall’autorità giudiziaria di Savona nei confronti di un giovane del posto, responsabile di detenzione di sostanze stupefacenti.

Nel tardo pomeriggio di ieri, invece, un carabiniere della radiomobile che si accingeva a prendere servizio si è trovato, all’improvviso, un giovane esagitato che ha danneggiato, lanciandoli a terra e sui passanti, alcuni vasi esposti per la strada vicino al Carrefour. Una situazione di panico e di confusione che è subito rientrata grazie all’immediato intervento del carabiniere che ha bloccato il giovane riuscendo poi a neutralizzarne la reazione grazie anche all’aiuto dei colleghi della stazione di Alassio e di un equipaggio della radiomobile. I reati contestati sono violenza, minaccia, lesioni, oltraggio a pubblico ufficiale e danneggiamento.

Due truffatori seriali piemontesi sono stati invece mascherati dai carabinieri del nucleo operativo. Padre e figlio, spacciandosi come intermediari dell’Agenzia dell’entrate, promettevano il loro intervento per sanare eventuali situazioni debitorie a carico di qualche cittadino, circuito con destrezza. Ma il loro gioco è stato smascherato con la denuncia per truffa e millantato credito.

Una signora lombarda di 55 anni è stata denunciata dai carabinieri dell’aliquota radiomobile poiché, durante un controllo alla circolazione stradale, senza motivo, si è rifiutata di dare documenti. E’ stato accertato poi che la donna era un volto già noto alle forze di polizia.

Due stranieri, un albanese ed un marocchino, entrambi clandestini sul territorio dello stato italiano e destinatari di provvedimenti di espulsione, sono stati controllati, sempre dall’aliquota radiomobile, su un pullman di linea alla fermata di Alassio. I due si erano rifiutati di pagare il biglietto ai controllori, creando una situazione di confusione e di panico fra i passeggeri. Sono stati fermati e successivamente denunciati per la violazione sulla legge sugli stranieri.

Alla tre giorni di controlli hanno collaborato attivamente anche i carabinieri del nucleo Cinofili di Villanova d’Albenga, con la costante presenza nel centro di Alassio, nelle stazioni e nei pressi di esercizi commerciali e bagni marini. “La loro – scrivono dal comando di Alassio – è una presenza costante nel nostro territorio: la gente non esita a fermarli, a parlare e a curiosare sulle caratteristiche e i talenti dei cani, veri protagonisti in ogni occasione di lavoro”.

Infine dall’alto i carabinieri del 15° Nucleo Elicotteristi hanno sorvolato tutta la giurisdizione alassina, in sinergia con i reparti territoriali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.