IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vibram Maremontana, decine di volontari e mezzi della Croce Rossa per garantire il soccorso sanitario foto

Al servizio di 1.400 atleti italiani e stranieri, tra i quali campioni di livello internazionale

Loano. Una sala operativa (Sol) con il direttore sanitario e 10 operatori a coordinare l’evento. Sul campo, invece, ci saranno 40 operatori con 8 ambulanze e 4 fuoristrada, altri 6 operatori Tlc (telecomunicazioni) e 70 operatori Smts (Soccorso con Mezzi e Tecniche Speciali) suddivisi in 10 squadre dislocate sul territorio impervio. E ancora 6 infermieri e 5 infermiere volontarie di Croce Rossa oltre a 4 medici presenti nei quattro Pma (punto medico avanzato) situati in corso Roma, al Giogo di Toirano, al rifugio di Pian delle Bosse e a San Pietro. Sono questi i numeri dell’imponente servizio di assistenza sanitaria predisposto dalla croce rossa italiana di Loano in occasione del trail “Vibram Maremontana – Memorial Cencin De Francesco”, che si correrà domenica sui sentieri dell’entroterra loanese.

Gli operatori della croce rossa loanese (coadiuvati da volontari provenienti da Piemonte, Lombardia, Trentino ed Emilia Romagna) assisteranno i circa 1.400 atleti specialisti italiani e stranieri, tra i quali numerosi campioni di livello internazionale, che si sfideranno sui tracciati da 60 chilometri, 45 chilometri e 20 chilometri e per la camminata non competitiva di 14 chilometri.

Gli Smts sono volontari della croce rossa addestrati a soccorsi con mezzi e tecniche speciali, personale specializzato in condizioni emergenziali di particolare rilievo: ricerca e soccorso di persone disperse e/o scomparse in zone impervie a seguito di eventi atmosferici, evacuazione di persone da edifici, impianti e mezzi di trasporto e il soccorso in acqua.

“Gli operatori Smts – spiegano dalla Cri di Loano – sono considerati come unità altamente specializzate della croce rossa italiana; hanno abilitazioni in tecniche speleo alpine, cartografia, orientamento, avvicinamento agli aeromobili, soccorso in acqua e soccorso in zone impervie, oltre al classico corso da soccorritore. Il tutto per garantire la massima sicurezza sanitaria ai numerosi partecipanti alla corsa podistica, che partirà dal lungomare di Loano per raggiungere i monti alle spalle della cittadina ligure, anche con dislivelli di 3640 metri per la gara da 60 chilometri”.

Il gruppo giovani della Cri Loano sarà presente con un suo stand sul lungomare loanese, nella zona della partenza della corsa, per illustrare le attività della croce rossa e per proseguire la raccolta fondi per l’acquisto di una nuova ambulanza di soccorso. Sempre sul lungomare sarà presente una postazione di soccorso veterinario.

“A nome del presidente Carlo Tironi, del vice presidente Sara Canepa e del consiglio direttivo del comitato di Loano, si ringraziano tutto il personale impegnato nella sicurezza di questo grande evento. Un ringraziamento speciale va a tutti i volontari di altre regioni, provenienti da Piemonte, Lombardia, Trentino e Emilia Romagna.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.