IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Toirano, palazzetto dello sport intitolato a Roberto Giuliano: “Un ragazzo generoso, un esempio per i piccoli”

Era stato insignito della Medaglia di bronzo al valor civile, nel 2003 sventò un suicidio

Toirano. Si è tenuta ieri alle 15 la cerimonia di intitolazione del palazzetto dello sport di Toirano a Roberto Giuliano, ex agente della polizia locale di Borghetto deceduto l’8 luglio 2007 in un tragico incidente stradale. In vita era stato insignito della Medaglia di bronzo al valor civile. Erano presenti il vice sindaco di Toirano Giuseppe De Fezza, il vice sindaco di Loano Luca Lettieri, il sindaco di Borghetto Santo Spirito Giancarlo Canepa, il consigliere provinciale Luana Isella, il consigliere regionale Angelo Vaccarezza, il senatore Paolo Ripamonti e il presidente onorario dell’International Police Association Fabrizio Marabello.

Generica

Roberto Giuliano nasce a Finale Ligure il 20 agosto 1979. Nel 1987 si trasferisce da Toirano a Loano e nel 2001 svolge proficuamente, per il Comune di Toirano, l’incarico di rilevatore per il censimento della popolazione e delle abitaizone. Successivamente collabora, sempre con il Comune di Toirano, all’aggiornamento della toponomastica stradale.

Nel 2000 presta servizio come carabiniere (ferma di leva) prima nella stazione di Rapallo, poi come attendente al comandante della Legione dei Carabinieri di Genova. Al termine della ferma di leva resta iscritto all’Associazione Nazionale Carabinieri di Borghetto Santo Spirito. Entra nella polizia municipale di Borghetto nella primavera del 2003. Nel 1992 è tra i fondatori, insieme ad alcuni coetanei e con l’aiuto di alcuni genitori di giovani atleti, dell’Associazione Sportiva di Toirano.

Svolge con passione e decisione il suo lavoro, sempre pronto ad aiutare le persone in pericolo o in difficoltà, nella considerazione che il ruolo del dipentente pubblico sia principalmente quello di dare risposte concrete ai bisogni di sicurezza, di tutela dei più deboli, nel rispetto della legalità e dei ruoli attribuiti.

Il 1 agosto 2003 insieme ad alcuni colleghi e a due militari dell’Arma compie il salvataggio di un giovane che tentava il suicidio sui binari della ferrovia a Loano. Per questo episodio il 30 maggio 2006 riceve, tramite il ministro dell’interno, con decreto del presidente della Repubblica del 29 maggio numero V/11522, la Medaglia di bronzo al valore civile con la seguente motivazione: “Con generoso slacio e cosciente spresso del pericolo non esitava, nonostante il sopraggiungere di un convoglio ferroviario, unitamente a dei colleghi e a due militari dell’Arma dei Carabinieri, a lanciarsi sui binari traendo in salvo un giovane che, in preda a crisi depressiva, si era sdraiato sulle rotaie con intento suicida. Un chiaro esempio di elette virtù civiche, alto senso del dovere ed eccezionale coraggio”.

Purtroppo a seguito di un tragico incidente stradale, muore prematuramente ad Albenga il giorno 8 luglio 2007, poco dopo aver smontato da un turno serale di servizio a Borghetto.

La sua comunità e tutti coloro che l’hanno conosciuto sempre lo ricordano “per il suo sorriso, la sua disponibilità e la generosità, sul lavoro e nei rapporti umani. Resta un esempio per i più piccoli ed impegna chi ha avuto la fortuna di incontrarlo a perpetuarne la memoria, non per l’eccezionalità della sua figura, ma per la semplice grandezza di cittadino buono, operoso, attendo alle necessità altrui, quale egli era”.

Da qui la decisione dell’amministrazione comunale di Toirano, su proposta del consigliere Roberto Bianco, di dedicare il palazzetto dello sport ad “un ragazzo allegro, generoso e profondamente buono, amante dello sport, della socializzazione che attraverso lo sport è possibile, del ruolo educativo per le nuove generazioni che esso rappresenza, per edificare una società civile migliore, in cui lui credeva fortemente e per la quale si impegnava attivamente con il suo lavoro, avendo ben saldi nel suo cuore i principi di libertà, giustizia, solidarietà, sanciti dalla nosra Costituzione. E’ per questo che oggi il Comune di Toirano intende dedicare alla sua memoria il palazzetto dello sport”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.