IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Toccamenti nelle zone intime delle clienti: massaggiatore respinge le accuse dal gip

In manette è finito un 42enne noto anche per la sua attivita come percussionista live nei locali notturni: due gli episodi contestati, una delle denunce arriva dan una minorenne

Più informazioni su

Savona. Ha respinto con decisione tutte le accuse che gli vengono contestate negando di aver toccato nelle parti intime due clienti durante una seduta di massaggio estetico. E’ quanto emerge dopo l’interrogatorio di garanzia di questa mattina davanti al gip Fiorenza Giorgi che ha ascoltato la versione di A.S., il massaggiatore di 42 anni, originario dell’Astigiano e residente nella Riviera di ponente, arrestato la scorsa settimana con l’accusa di violenza sessuale aggravata.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, che hanno raccolto la denuncia delle due donne, una delle quali minorenne, l’uomo le avrebbe pesantemente molestate approfittando della seduta di massaggi per allungare le mani arrivando a toccarle nelle zone intime. Dopo le indagini dei militari, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal giudice Fiorenza Giorgi su richiesta del sostituto procuratore Chiara Venturi, il massaggiatore, che sarebbe molto noto nell’ambiente della movida per la sua attività di “live percussionist”, era quindi finito in manette.

Il primo episodio che gli viene contestato sarebbe avvenuto a novembre scorso quando A.S. avrebbe commesso gli abusi a danno di una diciassettenne francese, in vacanza in Riviera, durante la seduta di massaggio estetico all’interno di una struttura ricettiva. Qualche settimana fa sarebbe invece avvenuto il secondo episodio che, secondo quanto riferito dalla presunta vittima agli inquirenti, avrebbe avuto lo stesso copione: la donna, una turista tedesca, avrebbe prenotato il massaggio, ma avrebbe finito per essere pesantemente toccata dal quarantaduenne.

Accuse che, oggi, il massaggiatore ha appunto respinto davanti al giudice. Secondo quanto trapelato, A.S. avrebbe ipotizzato di essere stato denunciato a causa di mariti e fidanzati gelosi che non avrebbero gradito il fatto che alle compagne fosse piaciuto il massaggio fatto da un altro uomo. Per ora, nonostante un’istanza di attenuazione della misura depositata dal suo legale, l’uomo resta comunque in carcere a Sanremo.

Sulla base degli elementi raccolti (anche attraverso le audizioni delle presunte vittime effettuate da personale specializzato), gli inquirenti sono convinti che i racconti delle due donne siano credibili e, di conseguenza, che sussistano i presupposti per contestare l’accusa di violenza sessuale all’uomo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.