IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Superenduro, la stagione sta per prendere il via da Pietra Ligure

Dalla montagna al mare, questo inizio di stagione porterà il circuito alla scoperta della Val Maremola e dei suoi fantastici sentieri

Pietra Ligure. Il tempo scorre e manca sempre meno al via della prima tappa dell’evento enduro italiano più atteso dell’anno: l’esordio della undicesima stagione del Superenduro a Pietra Ligure.

Dopo l’annuncio della variazione delle prove libere, argomento che ha suscitato come atteso grande consenso tra i rider ma al contempo opinioni divergenti, è ora di entrare nel vivo della gara, certi che eventuali criticità emerse siano risolvibili con un minimo di rodaggio e che presto verranno dimenticate a tutto vantaggio dello spettacolo della competizione.

Al momento, per questa prima EWS Qualifier italiana, sono già ben sedici le nazioni rappresentate in gara con concorrenti provenienti da tutta Europa ma anche da altri continenti come il Nord America, l’Africa e l’Oceania.

Con una lunghezza complessiva di 43 chilometri, 2.300 metri di dislivello negativo e 1.400 metri di dislivello pedalato (altri 900 metri circa saranno coperti mediante shuttle) Pietra Ligure è la location perfetta per il primo importante appuntamento di stagione.

Inedita, con panorami mozzafiato affacciati sul golfo ligure e trail da sogno, Pietra Ligure è una sede destinata a lasciare il segno, con un terreno perfetto per il riding, tantissimo flow ma al contempo dislivelli importanti tipici di un ambiente di montagna.

Entriamo subito nel vivo della gara di domenica 7 aprile che con partenza da piazza San Nicolò, prevede cinque prove speciali di cui una cittadina nel cuore del paese di Pietra Ligure.

L’area in cui si sviluppano le quattro prove speciali principali è quella alle pendici del Monte Carmo di Giustenice (1.389 metri), la prima vetta delle Alpi Liguri, versante est della splendida montagna già protagonista della prima prova speciale della finale dell’EWS 2017 con una tra le discese più lunghe della stagione.

Saranno quindi gli oltre 13 chilometri di prove speciali a decidere il vincitore della prima tappa.

Il villaggio evento e paddock, allestito nella splendida piazza San Nicolò a Pietra Ligure, quest’anno è ancora più ricco e vede tra le assistenze tecniche l’ingresso dei dottori specialisti Fox Suspension, il servizio di assistenza meccanica gratuita da parte di IBS (Italian Bike Service) oltre al servizio massaggio di Take Your Time, anche questo prenotabile online.

A Pietra non manca nulla nemmeno per gli accompagnatori e amici, che tra un passeggiata sul lungomare e una visita al centro storico possono pensare di passare un weekend di vero relax grazie all’ospitalità e servizi di Sea Stone Riviera e Bike Accommodation Pietra Ligure.

Venerdì 29 sarà reso pubblico il giro gara e da quel momento in poi i percorsi prescelti potranno solo essere fatti a piedi fino a sabato 6 aprile quando inizieranno le prove libere.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.