IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Si potenzia il presidio dei carabinieri forestali a Varazze: più posti letto nella caserma del Pero foto

L'annuncio è stato dato questa mattina dal sindaco Alessandro Bozzano: "Significa anche avere degli uomini di istituzione che possano andare nelle zone meno servite, più rurali e più arretrate"

Varazze. La caserma dei carabinieri forestali di Varazze sarà potenziata. L’annuncio è arrivato questa mattina nell’ambito di una conferenza stampa che si è tenuta nella sala consiliare del Comune di Varazze alla presenza del sindaco Alessandro Bozzano, del comandante provinciale gruppo carabinieri forestali Walter Scapin e del comandante della stazione carabinieri forestali di Varazze Mario Calò.

carabinieri forestali

“La notizia di oggi non è ‘semplicemente’ l’ampliamento della caserma: noi oggi diciamo che mentre le istituzioni segnano il passo noi ne facciamo uno avanti. Credo che il Comune di Varazze sia uno dei pochi del comprensorio ad aver investito denaro per il potenziamento della caserma dei carabinieri forestali. Dopo la prima collocazione al Pero abbiamo lavorato su questo presidio, lo abbiamo reso più efficiente ma soprattutto ampliato al fine di consentire ai carabinieri forestali di avere più unità sul nostro territorio.
Questo rientra in un più generale obiettivo posto in essere dall’amministrazione comunale di potenziare sempre più la sicurezza e il presidio sul nostro territorio” spiega il sindaco Alessandro Bozzano.

“Oggi consolidiamo un obiettivo fantastico: la caserma del Pero è collocata in una situazione strategica, è un immobile istituzionale in un punto particolarmente delicato per il controllo e il presidio del territorio, di tutta una fascia extraurbana che va dal Monte Beigua e si dipana su tutte le aree confinanti. Questo significa proiettare questa città anche verso turismi alternativi, come il trekking o il downhill, con nuovi sentieri e nuovi percorsi, una più generale esigenza di presidio dello stesso. Questo non significa che i carabinieri forestali sono lì a fare delle multe: la collaborazione con loro è stata attiva, sinergica ed efficace fin dall’inizio. Questo ha dato risultati meravigliosi, con Varazze diventata punto di riferimento per il triathlon e il trekking” prosegue il sindaco.

“Le attività libere – prosegue il primo cittadino – sono belle fino a quando non creano problemi, anche e soprattutto a chi le esercita. Poi abbiamo tutta una serie di situazioni legate agli incendi boschivi. Presidio del territorio significa anche avere degli uomini di istituzione che possano andare nelle zone meno servite, più rurali e più arretrate dal punto di vista culturale, per spiegare i rischi del fuoco e delle improprie accensioni. Questo non è un atto amministrativo: il potenziamento della caserma è anche e soprattutto una scelta politica. Secondo noi i cittadini vogliono che i carabinieri forestali oggi abbiano per noi un’importanza fondamentale: siamo il paese che rappresenta il Parco del Beigua, abbiamo un territorio infinitamente grande e infinitamente pregiato, nonché prezioso per la nostra comunità”.

“Il piano terra delle scuole del Pero sarà dato in comodato d’uso gratuito agli scout. E con loro e i carabinieri forestali inizieremo a mettere in campo tutta una serie di iniziative istruttive in cui i militari insegneranno come tutelare l’ambiente” conclude Bozzano.

“Ringrazio innanzitutto il sindaco e il comandante provinciale Scapin. Questa sinergia non è un punto di arrivo ma un punto di partenza: innanzitutto ora con il rafforzamento del presidio si è scongiurata la possibilità addirittura di una chiusura, e porta invece verso un futuro aumento dell’organico. Poi è un punto di partenza perché abbiamo pianificato con il Comune e gli scout una serie di iniziative a livello educativo” il commento di Mario Calò comandante della stazione carabinieri forestali di Varazze.

“Infine ringrazio il Comune perché siamo perfettamente in simbiosi sulla vocazione preventiva di una forza di polizia: occorre prevenire prima di reprimere, e con l’amministrazione ci stiamo riuscendo bene. Varazze non è solo riviera, è anche e soprattutto l’area del Beigua: è importante dunque la scelta in un periodo difficile a livello economico di investire sull’entroterra e sui carabinieri forestali” conclude il comandante della stazione carabinieri forestali di Varazze.

“Chi sono oggi i carabinieri forestali, e perché oggi a Varazze dovrebbero essere grati al sindaco anche gli altri Comuni? Perché questa caserma dovrà occuparsi anche dei territori limitrofi. Se dovessimo avere un organico sufficiente, se non addirittura dignitoso, potremmo essere un valore aggiunto anche per il parco del Beigua: oggi l’esigenza è quella di tutelare e gestire il patrimonio forestale e idrogeologico. Oggi in Liguria ci si rende conto che il 20% del patrimonio boschivo privato è di fatto senza proprietario, nel senso che non si sa più a chi appartenga. Se come auspicabile entro il prossimo anno, al massimo entro due, avremo altri tre carabinieri giovani, forse riusciremo a fare tutte le attività che ci competono tra cui quelle formative” spiega Walter Scapin comandante provinciale gruppo carabinieri forestali

“A differenza di quando eravamo forestale, per arruolare carabinieri è indispensabile avere una logistica che permetta loro di permanere dove prestano servizio. Ho chiesto quindi al sindaco dei posti letto, abbiamo visto che la spesa era sostenibile e abbiamo iniziato il discorso. Ora abbiamo tre nuove camere, che ci permettono di aumentare il numero di carabinieri a quattro unità: visto il ruolo di questo presidio è auspicabile che ora arrivi l’aumento dell’organico” conclude Scapin.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.