IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Pisa passa a Chiavari, Albissola ancora sconfitta: ora è ultima risultati

Tre punti conquistati nelle ultime otto partite: Ceramisti sorpassati anche dalla Lucchese

Chiavari. In settimana il giudice sportivo ha restituito 6 punti al Cuneo. Una brutta notizia per l’Albissola che, alla vigilia della giornata odierna, si trovava in diciottesima posizione, seguita solamente dalla Lucchese, a 2 lunghezze di distanza.

I Ceramisti non vincono dal 3 febbraio e nelle ultime sette partite hanno raccolto solamente 3 punti. Oggi al Comunale di Chiavari hanno ospitato il Pisa, che al contrario sta attraversando un ottimo periodo di forma ed è giunto in Liguria imbattuto da dieci giornate, nelle quali ha conquistato 22 punti.

La cronaca. Rino Lavezzini schiera i biancazzurri con un 4-3-3 con Albertoni; Calcagno, Nossa, Rossini, Oprut; Oukhadda, Moretti, Damonte; Bezziccheri, Martignago, Cisco.

In panchina siedono Piccardo, Bambino, Mahrous, Balestrero, Gulli, Russo, Oliana, Sibilia, Durante, Bartulovic, Gargiulo, Silenzi.

Luca D’Angelo presenta il Pisa con un 4-3-1-2 composto da Gori; Birindelli, Meroni, Benedetti, Lisi; Verna, Gucher, Di Quinzio; Minesso; Moscardelli, Masucci.

A disposizione ci sono D’Egidio, Kucich, Brignani, Buschiazzo, Masi, Izzillo, Marin, Marconi, Pesenti, Gamarra, Lidin.

Arbitra Davide Miele della sezione di Torino, assistito da Luca Valletta (Napoli) ed Orazio Luca Donato (Milano).

Ospiti in completa tenuta gialla; locali in divisa bianca con banda azzurra sulla maglia. Circa 1.300 gli spettatori, dei quali più di un migliaio sono tifosi ospiti.

Il primo tentativo, al 3°, è del Pisa: la conclusione di Verna termina sull’esterno della rete.

I nerazzurri attaccano in maniera determinata fin dai primi minuti; l’Albissola prova la ripartenza al 6° ma Bezziccheri non arriva alla conclusione.

Si gioca quasi costantemente nella metà campo albissolese, ma la difesa ligure sembra reggere bene.

Al 14°, però, i padroni di casa si fanno notare: traversone di Calcagno, Birindelli anticipa Martignago.

Al 16° Albertoni para agevolmente una conclusione in acrobazia di Masucci.

Al 19° Cisco mette in mezzo, la difesa ospite allontana. L’Albissola non rinuncia a farsi avanti, la partita è viva. Dopo aver preso le misure agli avversari, i biancazzurri si propongono di frequente nella metà campo avversaria.

Dopo lunghe fasi senza iniziative degne di nota, al 31° il Pisa si rende pericoloso: palla in area per Verna che conclude al volo, Albertoni respinge.

Al 33° la retroguardia albissolese deve faticare per allontanare la sfera dall’area dopo due conclusioni ravvicinate di Minesso, ribattute. Cambio di fronte e va al tiro Bezziccheri: alto. Il risultato resta sullo 0 a 0.

Al 35° punizione per gli ospiti, conclusione di Moscardelli: altissima.

Al 41° Albertoni respinge con i pugni un corner calciato da Di Quinzio direttamente in porta.

Al 42° il Pisa passa in vantaggio. Lisi sblocca la situazione di parità: il numero 23 riceve palla al limite dell’area e con un destro a giro batte Albertoni.

L’Albissola accusa il colpo. Al 45° una manovrata azione ospite termina con la conclusione di Masucci, a lato di poco. Poi è Moscardelli ad andare al tiro: alto.

Si va al riposo senza recupero con il Pisa in vantaggio per 1 a 0.

Secondo tempo. Lavezzini presenta in campo Oliana e Silenzi al posto di Calcagno e Cisco.

Al 2° si fa notare Moscardelli provando una sforbiciata, senza fortuna.

Al 4° Oliana atterra Di Quinzio. Calcio di punizione, lo stesso Di Quinzio chiama Albertoni alla respinta con i pugni.

L’Albissola si affaccia per la prima volta nella trequarti ospite al 5°: sinistro da fuori area di Damonte, Gori si distende e devia in angolo.

All’8° conclusione di Oukhadda, Verna si oppone. All’11° Moscardelli viene atterrato al limite dell’area: calcio di punizione. Nel frattempo c’è la terza sostituzione tra i biancazzurri: Balestrero prende il posto di Bezziccheri. Il calcio da fermo di Moscardelli termina a lato. Lo stesso Moscardelli viene sostituito con Pesenti.

Al 20° una punizione calciata verso l’area albissolese trova l’incornata di Masucci: a lato.

D’Angelo inserisce Izzillo e Marconi, escono Minesso e Masucci. Quest’ultimo è troppo lento nel lasciare il campo e viene ammonito.

Lavezzini rende ancora più offensiva la sua squadra: al 22° Russo prende il posto di Oukhadda.

Al 27° conclusione al volo di Martignago: ampiamente a lato.

Al 28° Oliana atterra Lisi al limite dell’area: cartellino giallo. Punizione calciata da Marconi: alta.

Al 32° colpo di testa di Rossini: centrale, para Gori.

Al 33° Oliana ferma in angolo un’iniziativa di Izzillo. Il tiro dalla bandierina di Di Quinzio finisce direttamente fuori.

L’Albissola prova a spingere con determinazione, con le energie residue. A dieci minuti dalla fine si trova sotto 0 a 1.

Al 36° grossa occasione per i Ceramisti: palla in area per Russo, tiro a botta sicura e Gori gli nega il gol.

Il Pisa cambia altri due uomini: entrano Brignani e Buschiazzo, escono Di Quinzio e Meroni. Ospiti sempre più chiusi, a difesa del vantaggio.

Al 40°, però, è Albertoni a dover respingere un tiro di Marconi.

L’arbitro concede 6 minuti di recupero.

Al 47° va al tiro Silenzi: a lato. Ultimo cambio: entra Bartulovic, esce Oprut.

Nell’ultimo minuto di recupero viene espulso Russo per un fallo di reazione su Marconi. Lo stesso Marconi con un rapido contropiede arriva alla conclusione: traversa.

Dopo 52 minuti di gioco arriva il triplice fischio e il Pisa può esultare per la vittoria per 0 a 1.

Brutte notizie per l’Albissola giungono dalla Sardegna, con la Lucchese che ha battuto l’Olbia per 1 a 0. Un risultato che significa sorpasso.

Ora la squadra ligure è diciannovesima, ovvero ultima tra quelle rimaste in gioco, davanti solamente alla ritirata Pro Piacenza.

L’Albissola tornerà in campo sabato 6 aprile alle ore 20,30, ancora a Chiavari, dove sarà ospite della Virtus Entella.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.